Senza categoria > Usclo Pace-Atletico Messina: 2-3

Usclo Pace-Atletico Messina: 2-3

La doppietta all’esordio di Di Bella e la rete quasi allo scadere di Bonanno, permettono all’Atletico Messina di incanalare la quinta vittoria di fila, a scapito di un temerario Usclo Pace, in grado di rimettere la partita in piedi, dopo l’uno-due terrificante in apertura del classe 95′ Di Bella. Zoccoli può essere ampiamente soddisfatto del risultato conseguito dai suoi, alla luce del fatto che le feste natalizie, avevano condizionato la preparazione alla gara. Importante successo anche in considerazione del pari ottenuto in trasferta dal Nizza capolista, che cosi permette ai bianco-azzurri di accorciare a sette punti il distacco dalla vetta. Con un girone di ritorno tutto da gustare, la pratica promozione diretta sembra ancora essere in discussione. Nell’undici di partenza, trova spazio per la prima volta Di Bella,preferito a Pagliaro, come spalla di Paludetti. Dietro le punte ancora Bonanno, con il trio di centrocampo formato da Nicocia, Galletta e Ghartey. In difesa, Marchetta lascia il posto a Insana, con Papale a sinistra. Quattrone ancora in panchina. Centrali Mascaro e Milazzo, che sul filo di lana vince il ballottaggio con Vinci e si guadagna una maglia da titolare al rientro dall’infortunio. Tra i pali la sicurezza La Fauci. La partita si apre subito con la rete di Di Bella. Insana ripropone palla a sinistra, dove Paludetti si allarga per ricevere. Il suo cross, in un primo momento non raggiunge Di Bella. Ma dopo il tocco di un difensore avversario, la sfera capita sui piedi del numero 11, che con grande freddezza, colpisce in rete e porta in vantaggio i suoi. Miglior esordio non si poteva augurare al centravanti classe 95′. L’Atletico continua ad avere il pallino del gioco in mano. La voglia di fare punti per accorciare la distanza dalle prime, è più forte della pesantezza accumulata durante le vacanze. Di Bella fa le prove tecniche del raddoppio: al 15′,dopo uno scambio con Bonanno, il suo tiro di destro termina sul fondo. Al 18′ arriva il raddoppio. L’assist lo serve il capitano numero 10, il gol lo fa il baby-centravanti. Stavolta il movimento di Di Bella, è di quelli da grande attaccante, che gli permette di sistemarsi il pallone sul destro e colpire a rete, per il gol del 2-0. A questo punto l’Atletico sembra cullarsi sugli allori. Pur senza creare grandi pericoli a La Fauci, eccezzion fatta per un tiro da punizione di Longo, che impegna il numero 1 ospite, l’Usclo Pace prende campo e prova ad inventarsi qualcosa per riaprire il match. Ad inventare qualcosa ci pensa però il fischietto peloritano Amendolia, che al 43′ fischia la massima punizione, per atterramento di Mangraviti causato da Galletta, Dubbi, forti dubbi, sull’esattezza della chiamata. Fatto sta che Maggio si presenta alla battuta e insacca la rete che accorcia le distanze. Come se non bastasse, ci pensa Nunnari a rendere l’intervallo ancora più amaro. Un suo lampo in area di rigore, vale la rete del momentaneo 2-2.Il ritorno in campo riporta tutto sulla giusta strada, dimostrando che quei 5 minuti di fine primo tempo, sono stati di pura follia. L’Atletico torna ad avere il pallino del gioco in mano e architetta tanti pericoli per la porta di Maggio. L’estremo difensore di casa è in qualche occasione (Paludetti e Ghartey) bravo ad intervenire, ma in altre anche molto fortunato. Soprattutto quando Paludetti, di destro, spreca una ribattuta facile a pochi metri dalla porta, dopo il calcio di punizione del neo-entrato Pagliaro. L’occasione buona per passare in vantaggio, ce l’avrebbe l’altro subentrato Lo Schiavo, che sull’assist splendido di Insana, si trova a tu per tu con una porta lasciata sguarnita da Maggio. Il suo tiro al volo di destro però, termina alto sul fondo per la disperazione di tutto il campo. Quando sembra ormai finita, lo zampino di Bonanno regala il 2-3. Nicocia si libera di un avversario e calcia verso la porta. Maggio ci arriva, ma non trattiene. Il più lesto di tutti sulla ribattuta è Bonanno,che conclude in rete e si regala la sesta rete stagionale e la 26esima della sua storia in maglia bianco-azzurra. Al triplice fischio dell’arbitro, i bianco-azzurri possono tirare un sospiro di sollievo, considerando che il pari avrebbe avuto dell’assurdo. La prossima è una di quelle sfide che se non vale una stagione, poco ci manca. In casa, l’Atletico riceverà visita dalla Peloro Annunziata. Sfida d’alta classifica.Sfida d’altri tempi.

Il Tabellino

Usclo Pace-Atletico Messina:2-3

Marcatori: 2′ Di Bella (A), 18′ Di Bella (A), 45′ Maggio, 45+3′ Nunnari, 87′ Bonanno

USCLO PACE: Maggio, Minutoli, Palmisano, Pistorio, Messina, Arena, Mangraviti. F. Maggio (70′ Mirabello), Longo, Bertuccelli, Nunnari.
All. Di Stefano

ATLETICO MESSINA: La Fauci, Papale, Insana, Galletta (53′ Lo Schiavo), Mascaro, Milazzo, Nicocia (90′ Grasso), Garthey, Paludetti, Bonanno, Di Bella (61′ Pagliaro).
a disposizione: Mazzullo, Quattrone, Marchetta, Vinci.
All. Zoccoli