Senza categoria > Un’APP per fare Buona Impresa

Un’APP per fare Buona Impresa

Martedì 11 marzo, con inizio alle 10, al Palazzo camerale, sarà presentata l’iniziativa della Banca di Credito Cooperativo Antonello da Messina “App Buona Impresa BCC”, finalizzata a promuovere l’imprenditorialità giovanile. Si tratta di un’applicazione per smartphone, gratuita e utile, che consente di scrivere il business plan, un documento base da cui partire per realizzare la propria idea imprenditoriale e valutarne concretamente la fattibilità prima ancora di realizzarla.
“La disoccupazione giovanile è diventata una vera e propria piaga sociale – afferma il commissario della Camera di commercio, Franco De Francesco – oggigiorno, trovare lavoro è davvero un’impresa. Per questo, è essenziale promuovere l’imprenditoria mettendo a disposizione gli strumenti più utili per stimolare la nascita di nuove imprese. L’Ente camerale ha deciso di collaborare all’iniziativa della Banca Antonello da Messina. Un’iniziativa meritoria che crea occasioni in cui i giovani possano fare esperienza e pratica di protagonismo responsabile”.
“Con questa iniziativa – dichiara il presidente del Consiglio di amministrazione della Banca Antonello da Messina, Francesco De Domenico – il credito cooperativo ribadisce il proprio ruolo naturale di banca del territorio a sostegno dei giovani e del loro futuro, offrendo risposte concrete a concrete esigenze. Non solo in termini di assistenza creditizia ma di vero e proprio “accompagnamento” lungo il percorso che il giovane decide di intraprendere. “Buona Impresa!”, infatti, mette a disposizione degli aspiranti imprenditori non solo plafond di finanziamenti agevolati, ma anche e soprattutto facilitazioni in termini di servizi di tutoraggio e di consulenza, interagendo naturalmente con le associazioni imprenditoriali presenti sul territorio”.
All’incontro, che prenderà il via con i saluti di De Francesco e di De Domenico, relazioneranno Alessandro Messina di Federcasse; Tindara Abbate del dipartimento di Scienze economiche, aziendali, ambientali e metodologie quantitative dell’Ateneo peloritano; Giacomo D’Arrigo, direttore generale dell’Agenzia nazionale per i giovani; Fabrizio Vigorita, direttore generale della Banca di credito cooperativo Antonello da Messina; Marco Sigillo, esperto di finanza agevolata e finanziamenti alle imprese; Flavio Corpina, direttore operativo della “AntonelloServizi”; Sergio Calderone, esperto di start-up; Francesco Tropeano, creatore start-up “Il Mercante di Messina”; Gabriele Puglia, creatore start-up “G-Sevenstars”.