Senza categoria > Taormina bloccato, seconda sconfitta consecutiva

Taormina bloccato, seconda sconfitta consecutiva

Domenica amara per il Taormina che esce a testa bassa dal “Bacigalupo” dopo la sconfitta per 2-1 subita nel match con il Misterbianco. I biancazzurri incassano il secondo ko interno della stagione, in una gara sfortunata e poco spettacolare. Gli Etnei si portano in vantaggio al 9′ con Genova abile a infilare Strano dopo un’incertezza di Porchia. I padroni di casa sprecano un rigore con Grasso e acciuffano il pari a pochi minuti dalla fine del primo tempo con un colpo di testa del bomber Casella. Seconda frazione di gioco in salita per il Taormina, in inferiorit√† numerica dal 50′ per l’ingenua espulsione rimediata da Angelo Strano. La squadra di De Cento non demorde e si rende pericolosa con Mancuso e Casella. Tanta sfortuna al 59′ quando un colpo di testa di Ulma si stampa sul palo. Negli ultimi dieci minuti gli ospiti chiudono gli spazi e all’86’ centrano il colpaccio con la seconda rete di Genova. Tanta rabbia per il Taormina che termina la partita addirittura in nove uomini in seguito al secondo giallo rimediato da un nervoso Casella.

Cronaca
Saro De Cento si affida al solito 3-5-2 con Gabriele Strano tra i pali, terzetto difensivo formato da Porchia, Filistad e Ulma. Centrocampo che vede l’esordio del giovane Napoli posizionato sulla mediana insieme a Grasso e Angelo Strano. Sulle corsie agiscono Mancuso e D’Emanuele. Coppia d’attacco formata da Maggioloti e Casella.
Alla prima vera accelerazione il Misterbianco trova il vantaggio: al 9′ Porchia svirgola il pallone, consentendo a Genova di impossessarsi della sfera e trafiggere l’incolpevole Strano. Ospiti ancora pericolosi al 12′ con un cross dalla sinistra di Santonocito sul quale Genova tenta la deviazione in tuffo, ma la mira √® imprecisa. Il Taormina si sveglia iniziando a guadagnare metri preziosi. Al 14′ Casella riceve palla da Maggioloti e al momento del tiro viene atterrato in area da una spinta di Sapienza. Il direttore di gara assegna il calcio di rigore ed estrae il giallo nei confronti del difensore etneo. Dal dischetto si presenta Grasso scegliendo la conclusione centrale,

Saja accenna il tuffo riuscendo ugualmente a bloccare la sfera con il corpo. Il Taormina non si abbatte, continuando la pressione verso l’area avversaria, ma senza incisivit√†. Al 41′ sugli sviluppi di un traversone Grasso raccoglie la sfera dopo la respinta della difesa e impegna Saja in corner. Dalla bandierina, Napoli pesca Casella completamente solo in area di rigore. Per l’esperta punta √® un gioco da ragazzi ribadire in rete con un colpo di testa. La prima frazione di gara si chiude sul risultato di 1-1.
Inizia in salita la ripresa del Taormina, costretto a giocare in inferiorit√† numerica dal 50’quando Strano dice qualcosa di troppo al signor Bennici che estrae il cartellino rosso senza esitare. De Cento ripristina l’equilibrio arretrando di qualche metro Maggioloti. I padroni di casa non sembrano accusare il colpo e al 52′ sfiorano il vantaggio con Mancuso che, libero in area, manca clamorosamente l’appuntamento con il tiro. Sul capovolgimento di fronte Palazzolo vede Strano leggermente fuori dai pali e tenta di sorprenderlo con un pallonetto dai quaranta metri. L’estremo difensore biancazzurro si rifugia in corner. Tanto nervosismo in campo con il direttore di gara costretto varie volte a ricorrere all’ammonizione. Ne fa le spese. fra gli altri, Grasso gi√† diffidato e quindi assente per il prossimo impegno di campionato. Al 55′ ci prova Casella da posizione defilata, il suo tiro √® potente ma non preciso. Al 59′ √® la sfortuna a fermare il Taormina quando un colpo di testa di Ulma si stampa sul palo sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Un minuto pi√Ļ tardi replicano gli ospiti con Inserra che sfugge a Ulma concludendo con un rasoterra che si spegne a fil di palo. Al 75′ ancora una chance per i padroni di casa con Casella che da due passi non riesce a dar forza al suo colpo di testa, Saja blocca senza problemi. All’85’ arriva la doccia fredda: Genova riceve palla dalla destra e con freddezza supera per la seconda volta Strano. La rete spezza le gambe al Taormina che non riesce a sfruttare il recupero di quattro minuti concesso dal direttore di gara. C’√® solo tempo per assistere al secondo giallo di Casella che macchia con un’espulsione la buona prova offerta.
Formazione da reinventare per mister De Cento costretto a fare a meno degli squalificati Casella, Strano e Grasso.

Tabellino
Taormina – Misterbianco 1-2
Marcatori: 9′, 85′ Genova, 41′ Casella
Taormina: G. Strano, Porchia, Ulma, A. Strano, Filistad, Mancuso (75′ Laquidara), D’Emanuele, Napoli (86′ Muscolino), Maggioloti, Grasso, Casella. Allenatore: Saro De Cento.
Misterbianco: Saja, Cunzolo (58′ Finocchiaro), Nicolosi, Murabito, Santonocito (60′ Bozzanca), Sapienza, Palazzolo, La Piana, Genova, Chiavaro, Inserra (75′ Mangiafico). Allenatore: Gigi Chiavaro.
Arbitro: Giuseppe Bennici della sezione di Caltanissetta. Assistenti: Nicola Miceli della sezione di Caltanissetta e Giovanni Balletti della sezione di Agrigento.
Ammoniti: Ulma, Filistad, Mancuso, Grasso, Casella, Finocchiaro, Murabito, Santonocito, Bozzanca, Sapienza, Chiavaro.
Espulsi: A. Strano, Casella.
Recupero: 1′ e 4′.