Senza categoria > Terza giornata di campionato: Atletico Messina-Mediterranea Nizza:1-1

Terza giornata di campionato: Atletico Messina-Mediterranea Nizza:1-1

Nella sfida più interessante nel terzo turno di campionato, Atletico e Nizza si accontentano di un pari. Il risultato finale (1-1) matura tutto nella seconda frazione, grazie al momentaneo vantaggio Atletico firmato Amato, raggiunto a metà ripresa dal pari ospite siglato da Briguglio. Una sfida che per buona parte risulta anonima, senza alcuno squillo degno di nota. Solo dopo il vantaggio, l’Atletico trova le prime vere occasioni che avrebbero potuto addirittura chiudere la gara. Il Nizza risulta ben schierato in campo, ma va molto a folate. Infatti in alcuni tratti sembra completamente in balia dell’avversario, salvo poi riprendersi e trovare le giuste vie per far male ai padroni di casa. Insomma due squadre che non si sono fatte male, ma dal potenziale importante. Non dimentichiamo le assenze in casa Atletico: non possono essere della partita Nicocia, Interdonato, Bonanno( che va lo stesso in panchina) e Ghartey. A questi si aggiunge La Valle che, avendo accusato un fastidio nell’allenamento di Giovedi, si è sottoposto ad un provino nel pre-partita, che ha sottolineato come l’interno del piede destro continuava a causargli qualche problema di troppo. Zoccoli decide di non rischiarlo dall’inizio e nel suo 4-3-3, a completare il tridente offensivo assieme a Pagliaro e Paludetti, va Amato. Nel centrocampo a tre, confermato ancora Marchetta, con Vinci all’esordio stagionale e Galletta, per l’occasione capitano vista la contemporanea assenza di Nicocia e Bonanno. Per dare continuità di formazione, Zoccoli conferma in blocco per la terza partita di fila, la linea a quattro di difesa, con Quattrone e Insana sugli esterni e Milazzo e Mascaro al centro. A difendere la porta La Fauci. Una curiosità:l’età media dei bianco-azzurri è di 21 anni, mentre per i più esperti ospiti si parla di 27 anni. Questo per sottolineare come il progetto di ringiovanimento della categoria, passa soprattutto dall’Atletico Messina. A dirigere la gara il Sign.Gugliotta di Palermo. Come detto in precedenza, la prima frazione scorre senza particolari sussulti. Le due squadre puntano più a coprirsi che tentare l’affondo. Ad andare più vicini al gol, sicuramente gli ospiti. Le combinazioni tra De Salvo, Briguglio e Clementi, creano più di qualche apprensione alla retroguardia di casa, abile a tenere testa soprattutto grazie ad una monumentale prova di Mascaro, sempre più leader silenzioso della linea arretrata. Tra il 13′ e il 17′ quei tre li davanti confezionano tre super occasioni da rete. La prima nasce da calcio piazzato. Dalla destra offensiva degli ospiti, si presenta De Salvo: la sua traiettoria tagliata, finisce sul secondo palo, dove Clementi trova la coordinazione per calciare in porta, ma non la precisione che gli avrebbe permesso di portare i suoi in vantaggio. Passano 60 secondi ed è ancora brivido in casa Atletico. Stavolta a combinare con Clementi è Briguglio. Lo scambio stretto tra i due, porta quest’ultimo al tiro. Il suo sinistro dal limite dell’area, si infrange sulla parte alta della traversa. Al 17′ arriva la nuova occasione per Clementi: lanciato in profondità, trova i lmodo di eludere la trappola del fuorigioco e approfittando del mancato intervento di Milazzo, si presenta in area di rigore. Quando sta per concludere però, arriva l’intervento super di Mascaro, che grazie a questa chiusura si guadagna l’otto in pagella. Le uniche due conclusioni verso Miceli dei padroni di casa, le confeziona Paludetti. Al 25′ viene servito in profondità da Marchetta, ma non riesce a dare precisione alla conclusione, che si spegne sul fondo. Al 41′ l’assist da destra di Amato, gli permette di stoppare e sistemarsi il pallone sul destro. In questo caso il suo tiro manca in forza e la parata di Miceli è abbastanza agevole. Nulla di fatto e prima frazione che si conclude sul risultato di 0-0.Sicuramente più frizzante la ripresa. Le premesse sono subito di quelle buone, dato che già al 50′ è vantaggio Atletico. La palla indirizzata verso Amato, viene stoppata dal numero 11 con un esterno a seguire che gli permette anche di eludere l’intervento del difendente ospite. A tu per tu con Miceli, si vede tutta la freddezza del bomber di casa, che con un diagonale destro permette ai suoi la rete del vantaggio. Da qui nasce il tentativo di raddoppio dell’Atletico, che risulta essere anche il momento in cui i bianco-azzurri si esprimono al meglio, spinti dall’euforia del trovato vantaggio. Al 58′ è ancora Paludetti a provarci. La sua conclusione bassa da lontano, non impensierisce però Miceli. Passano tre minuti e questa volta è il turno del neo-entrato La Valle. Dopo aver preso il posto di Pagliaro, l’attaccante di casa entra subito nel match e sfruttando l’assist di Paludetti, prima dribbla un avversario e poi si presenta a tu per tu con Miceli. In questo caso il portiere classe 83′ fa un grande intervento che tiene ancora a galla i suoi e in due tempi evita anche il calcio d’angolo. Il preludio del gol del pari arriva al 65′. Infatti il sempre pericolo Clementi, è abile a trasformare un assist da sinistra in un’occasione da gol. Il suo tiro rasoterra però, si infrange contro il palo esterno, nonostante La Fauci avesse dato l’impressione di essere sulla traiettoria. Otto minuti più tardi arriva il gol del pari. Un tiro dalla distanza apparentemente senza velleità, si infrange sulla traversa. Sulla ribattuta il più lesto di tutti ad arrivare è Briguglio, che realizza per il gol dell’1-1. Da qui in poi la partita sembra svoltare. Il Nizza torna in possesso del campo e si renderà più volte pericoloso nel corso dei 17 minuti finali. L’Atletico si rende pericoloso solo da calcio piazzato, vedi la punizione di La Valle, che al 79′ va fuori di poco alla destra di Miceli, o su rilancio lungo da parte di La Fauci, sempre a cercare la velocità del bomber di casa. Gli sforzi maggiori però li producono gli ospiti, in grado di costruire monovre pungenti, che solo grazie a La Fauci prima sul gran tiro di Clementi e l’arbitro poi, che non vede un rigore solare per gli ospiti a tre minuti dalla fine, non riescono a trovare la rete di un vantaggio, che se fosse arrivato non avrebbe creato di certo scalpore. L’analisi della gara va comunque fatta tenendo conto delle assenze pesantissime dell’Atletico. Al netto di queste considerazioni, viene da dire che il pari interno maturato quest’oggi, risulta essere un risultato positivo.

Tabellino. Atletico Messina-Mediterranea Nizza: 1-1

Marcatori: 50’Amato, 73’Briguglio.

Atletico Messina:La Fauci(vk), Quattrone, Insana, Galletta(k), Mascaro, Milazzo, Paludetti(67’Morabito), Marchetta, Amato, Vinci, Pagliaro(57’La Valle).
A disposizione: Mazzullo, Postorino, Riggio, Tavani,Bonanno.
All.Fabio Zoccoli.

Mediterranea Nizza: Miceli, Santisi(vk)(micalizzi), Scarci,Gregorio(k),Riposo,Demestri, Speranza,Omettere(repici) Briguglio, De salvo, Clementi.
A disposizione: Emanuele, Briguglio A, Sentineri, Sesto, Pellizzeri.
All.Carmelo Campailla.