Senza categoria > Arte: Glass Mixtures

Arte: Glass Mixtures

Fino a domenica 29 luglio, presso lo spazio espositivo della ex Chiesa del Carmine di Taormina (Me), sarà possibile visitare l’importante mostra Glass Mixtures, che raccoglie una selezione significativa della produzione più recente dell’artista e maestro del vetro Silvio Vigliaturo. L’evento, organizzato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Taormina, rientra nell’ambito della manifestazione Taormina Arte e ha ottenuto il patrocinio della Provincia di Messina e della Regione Calabria.

La mostra, curata dal figlio Valerio Vigliaturo, propone le riflessioni sviluppate da Vigliaturo su alcuni aspetti della realtà contemporanea, attraverso un unico filo conduttore, quello della Mescolanza. Le maestose e variopinte sculture in vetro e i sinuosi dipinti fungono da vettori di messaggi appassionati che l’artista indirizza allo spettatore per ridestarlo alla vita, a una nuova presa di coscienza, perché anch’egli assuma una posizione intellettuale di fronte alla realtà che lo circonda e che troppo spesso viene recepita come un opaco marasma di informazioni, ininterrotto e intorpidente. Il fervore teorico di Vigliaturo è fatto di una minuziosa analisi che si trasforma in sintesi artistica supportata da un’imprescindibile maestria pratica risultato anch’essa di una mescolanza, in questo caso di tecniche sviluppate in trent’anni di entusiasmata ricerca: dalla preparazione a freddo degli ossidi, alla metamorfosi dei forni, all’inserimento della foglia d’oro nel vetro, fino all’uso unico della soffiatura intesa a dare vita al disegno, alle sembianze dei volti, a vuoti di densità nella materia.
L’abilità propria di Vigliaturo nell’esprimersi efficacemente attraverso l’uso di più media artistici è già in sé sintomo di una riuscita mescolanza di tecniche: le sculture in vetro non potrebbero esistere senza il segno elegante, quasi liquido, che trova spazio sulle sue tele, tanto che si potrebbe dire che nella produzione dell’artista, pittura e scultura formano un tutt’uno inscindibile.