Senza categoria > Il Palermo stravince a Bologna, e il Catania si arresta

Il Palermo stravince a Bologna, e il Catania si arresta

Il Palermo vola. Gli uomini di Devis Mangia confermano la grande tradizione interna, battendo anche il Bologna ed incasellando l’ennesima vittoria casalinga. Una rete di Zahavi, una di Silvestre e una di Ilicic permettono ai rosanero di salire a quota 16 punti in classifica. Milan Catania si chiude invece con 4 – 0 per i rossoneri.
[b]PALERMO – BOLOGNA: 3-1 [/b]
I rosanero partono meglio e chiudono il primo tempo in vantaggio. Il gol lo firma Zahavi, al 13′, dopo un avvio nettamente favorevole alla squadra di Mangia: azione impostata dallo stesso israeliano, palla a Ilicic, che ci prova da fuori; Gillet non trattiene e Zahavi chiude il “triangolo” con un tap-in facile facile. Il Palermo fa meglio per mezz’ora. Ilicic sfiora il raddoppio a metà tempo con un altro sinistro da fuori, ma stavolta Gillet vola quel tanto che basta per mandare la palla sulla traversa. Qualche minuto prima Mangia perde Hernandez (probabile stiramento): al suo posto Ignacio Lores Varela, altro uruguaiano, classe ’91, che mostra già buoni numeri. La squadra di casa è più solida, Ilicic è ispirato e il centrocampo del Bologna fatica. Si salvano Kone e Ramirez, che qualche spunto lo prova. Nell’ultimo quarto d’ora gli uomini di Pioli si affacciano dalle parti di Tzorvas. Prima con Kone, che calcia di punta dopo una buona giocata personale; poi con Raggi, di testa, su un corner di Ramirez. In entrambi i casi è decisivo il portiere greco.

[b]MILAN – CATANIA: 4-0[/b]
Buon inizio di partita con il Catania che non dimostra timore contro i campioni d’Italia, perentori nel rispondere colpo su colpo. Al 7′ Robinho imbeccato da Ibrahimovic al momento della conclusione subisce il ritorno falloso di Lanzafame: rigore netto che dal dischetto Ibra trasforma per il vantaggio rossonero. L’incontro prosegue con continui botta e risposta fino al 24’, quando Ibrahimovic lancia Robinho in porta con una splendida giocata, il brasiliano salta Bellusci e infila Andujar.

Il Catania subisce il contraccolpo psicologico del 2-0 e il Milan con Ibrahimovic in gran spolvero produce gioco ed occasioni pericolose a raffica, tanto che in tre minuti il Milan confeziona anche il poker.