Senza categoria > Serie A : Finisce la decima giornata

Serie A : Finisce la decima giornata

Doveva essere un ciclo infernale per gli uomini di Montella, ma anche ieri il Catania ha fatto la partita da protagonista. Il due a uno rifilato al Napoli di Mazzarri si è rivelato una piacevole conferma dello stato di forma dei rossazzurri. Altra sconfitta invece in trasferta per il Palermo che perde a Udine e resta all’asciutto in fatto di reti segnate.
[b]CATANIA – NAPOLI: 2-1[/b]
Anche ieri è stata una prova di coraggio e passione. La squadra ha giocato con determinazione e soprattutto ha dimostrato di potersela giocare con chiunque senza avvertire il minimo imbarazzo con le big, neppure se di fronte c’è il Napoli formato champions league. Forse ci manca ancora un po’ di cattiveria sotto porta, quel cinismo che magari ci eviti di soffrire fino alla fine in partire che si possono chiudere prima.

Quello di ieri col Napoli è stato il sesto risultato utile di fila e, soprattutto, un’ ulteriore conferma all’imbattibilità casalinga che senza dubbio è la cosa che dà più soddisfazione al pubblico.

[b]UDINESE-PALERMO: 1-0[/b]
Primo tempo equilibrato fino alla mezzora di gioco con due occasioni per parte in cui Handanovic e Tzorvas hanno messo in mostra le proprie abilità. Poi l’Udinese prende il sopravvento a centrocampo e al 38′ trova il vantaggio con Di Natale lesto nel girare in rete un cross dalla destra di uno scatenato Basta. Il capitano bianconero va vicino al raddoppio qualche minuto più tardi, ma il suo pallonetto a scavalcare Tzorvas termina di poco a lato. Nella ripresa ti aspetti la reazione rosanero e, invece, è la squadra di casa a sfiorare il raddoppio due volte con Isla (bravissimo entrambe le volte Tzorvas), quindi con Di Natale, infine con Armero che colpisce il palo. Nel mezzo Handanovic blocca centramente su Balzaretti e Bacinovic. In pieno recupero un’occasione per parte: prima Cetto di testa su azione d’angolo spedisce il pallone tra le braccia di Handanovic, poi Abdi smarcato da Armero salta anche Tzorvas e a porta vuota calcia sull’esterno della rete. Lo stesso Abdi pochi minuti prima aveva divorato il raddoppio a tu per tu con l’estremo rosanero.