Senza categoria > Pesca: Sicilia e Tunisia lavorano a braccetto

Pesca: Sicilia e Tunisia lavorano a braccetto

Verso un protocollo d’intesa tra la Sicilia e la Tunisia per la formazione marittima e il rafforzamento degli scambi economici tra i due Paesi. Tra i possibili sviluppi, anche la realizzazione di un centro di formazione in Tunisia, in partnership con la Sicilia, che diventi un punto di riferimento per il Nord-Africa.
Se ne e’ parlato oggi a Palermo nel convegno “Progetto di formazione marittima in una amministrazione elettronica moderna”, prima iniziativa dell’associazione parlamentare dell’Ars “Amicizia Sicilia-Tunisia”, con esperti delle due sponde del Mediterraneo, politici siciliani e tunisini impegnati in questo percorso di cooperazione. All’incontro hanno partecipato, tra gli altri, il presidente dell’associazione parlamentare dell’Ars, Giovanni Ardizzone, il vicesindaco di Palermo, Marianna Caronia, il direttore generale della Pesca e l’acquacultura del ministero dell’Agricoltura della Tunizia, Hachemi Missaoui, il titolare del centro internazionale di formazione marittima, Francesi De Santis. Una collaborazione che potrebbe rafforzarsi con un accordo per la formazione marittima rivolta a siciliani e tunisini.