Senza categoria > Giornata mondiale contro l’AIDS

Giornata mondiale contro l’AIDS

Ignorato o dimenticato da organi di informazione, dalle scuole e dalle istituzioni l’AIDS in Italia e nel mondo continua a colpire. La terapia combinata ha aumentato le aspettative di vita dei pazienti, rendendo l’AIDS una condizione cronica a lungo termine. Il 1 dicembre, Giornata mondiale contro l’AIDS, è l’occasione per rilanciare l’attenzione per un problema troppo spesso ignorato.

Importanti risultati la ricerca scientifica sta ottenendo anche per quanto riguarda la prevenzione: il nuovo farmaco, Truvada, è riuscito a ridurre del 44% i casi di contagio.

Ma il contagio, sia pure con un ritmo più lento, non si arresta. Si stima che nel mondo vi siano 33,3 milioni di persone colpite dal virus HIV. Ogni giorno in Italia ci sono 11 nuovi contagi. Quattro/cinquemila le infezioni ogni anno.
La maggior parte di nuove infezioni deriva da rapporti eterosessuali non protetti: l’uso del preservativo è ancora oggi l’unico rimedio efficace per prevenire il contagio con il virus HIV o per le altre malattie a trasmissione sessuale.
Va infatti ricordato che esistono molte altre malattie che possono essere prevenute con il semplice uso del preservativo. L’epatite C causa il maggior numero di decessi tra le malattie infettive trasmissibili ed è la prima causa di trapianto di fegato al mondo.