Senza categoria > La finale del Trofeo del Mediterraneo a Taormina

La finale del Trofeo del Mediterraneo a Taormina

Il Torneo di calcio, che si propone come momento di incontro tra giovani di paesi culturalmente diversi, si svolgerà dal 24 al 29 settembre nella provincie di Catania e Messina. Oltre al capoluogo etneo, si giocherà a Paternò, Adrano, Pedara, Acireale, Limina, Zafferana, Giarre, Acicatena, Trecastagni, Castiglione di Sicilia e Torre Grotta. Taormina, invece, ospiterà il 29 settembre alle ore 20 la finale del Trofeo.
In campo, suddivise in due gironi, ci saranno 8 squadre: Spagna, Algeria, Slovenia, Albania nel girone A, Italia, Libia, Egitto e Tunisia nel girone B. Gli azzurri saranno rappresentati dalla Nazionale Dilettanti Under 18, diretta dal Ct Roberto Polverelli, che in vista di quest’appuntamento ha già avviato il lavoro stagionale di selezione, sui ragazzi juniores nati dal gennaio 1989. Il primo appuntamento, nel quale il Ct proverà il gruppo da portare in Sicilia, è previsto a Coverciano, dal 10 al 12 settembre: agli ordini del Ct ci sarà un gruppo di 20 calciatori messisi in luce nelle prime giornate dei campionati dilettanti nazionali e regionali.
Alla presentazione sono intervenuti l’On. Elidio De Paoli, sottosegretario alle politiche giovanili e attività sportive, Franco Carraro, rappresentante italiano presso l’Uefa e membro CIO, Carlo Tavecchio presidente della LND e vicepresidente FIGC, e l’on. Daniele Capuana, assessore allo sport e alle politiche giovanili della Provincia regionale di Catania. Assente giustificata Emanuela Di Centa, membro CIO, che però sarà presente a Catania in occasione delle gare.
Ad aprire la serie degli interventi è stato il vicepresidente federale e presidente LND Carlo Tavecchio: “L’obiettivo di questo torneo è l’integrazione tra i giovani dei paesi dell’area mediterranea, che ritengo una fascia determinanti oggi nei raporti internazionali. La LND ha voluto raccogliere l’iniziativa del Ministero per le Politiche Giovanili e Sportive, in particolare del sottosegretario De Paoli, e così dopo altri eventi come il torneo “Roma Caput Mundi” o il torneo europeo giovanile, abbiamo deciso questa nuova iniziativa a favore dello sport, della fratellanza tra i popoli e della condivisione di esperienze.” Tavecchio ha voluto ringraziare il CR Sicilia per l’organizzazione logistica dell’evento e l’Autorità Monopoli di Stato, sponsor dell’evento, che ha finanziato i gravosi costi di organizzazione di un torneo così complesso. Accanto ad un programma gare ricchissimo di confronti, anche inediti, e ad una serie di iniziative per i giovani, a Catania troverà posto anche la Coppa del Mondo, che verrà esposta il 25 settembre al Cus Catania, il giorno dopo a Motta Sant’Anastasia, il 28 Settembre a Giardini Naxos e il giorno della finale, il 29, a Taormina.
L’assessore allo sport e alle politiche giovanili della Provincia di Catania, Daniele Capuana, ha illustrato i motivi di questa iniziativa dal punto di vista dell’ente locale: “Vogliamo promuovere questo grande evento per rilanciare l’immagine di una città e di una provincia dopo i gravi fattidello scorso febbraio e, inoltre, attraverso lo sport, promuovere il nostro territorio. Attraverso il Cus Catania e grazie alla disponibilità delle scuole vogliamo inoltre dare un’opportunità sociale ai nostri ragazzi, quella di imparare che si può fare un tifo di qualità.”
Il Sottosegretario sllo Sport Elidio De Paoli non ha tralasciato qualche stoccata ai suoi coleghi di governo: “Se avessi aspettato i fondi del Ministero questo torneo non ci sarebbe stato. Fortunatamente l’AAMS ha finanziato il Torneo e li ringrazio perchè grazie a loro possiamo realizzare un torneo che è un momento di integrazione tra popoli con culture e religioni diverse. Penso che lo sport possa essere il canale principale per la comprensione degli altri, in particolare in questo momento. E spero che il torneo diventi un piccolo tassello nel mosaico chiamato pace.”
Ha concluso Luca Turchi, direttore dell’Ufficio Scommesse dell’AAMS: “Abbiamo fatto della vicinanza allo sport il notro credo, sia legandoci allo sport d’elite, ed i recenti Mondiali di MOnaco e Osaka ci hanno dato grandi soddisfazioni, ma ancora di più siamo vicini allosport dilettantistico e giovanile. Questo torneo che uisce le diverse sponde del Mediterraneo ci permette di continuare ad essere accanto allo sport italiano.”

Il programma del torneo
Martedì 25 Settembre: Italia – Libia (Catania) ore 16.00, Egitto – Tunisia (Paternò) ore 19.00, Spagna – Algeria (Adrano) ore 19.00, Slovenia – Albania (Pedara) ore 19.00.
Mercoledì 26 Settembre ore 16.00: Tunisia – Italia (Acireale), Libia – Egitto (Torre Grotta), Algeria – Albania (Limina), Slovenia – Spagna (Zafferana).
Venerdì 28 Settembre ore 16.00: Italia – Egitto (Giarre), Tunisia – Libia (Acicatena), Algeria – Slovenia (Trecastagni), Albania – Spagna (Castiglione di Sicilia).
Sabato 29 Settembre ore 20.00: Finale (Taormina).