Senza categoria > I vini dell’Etna e dell’Alcantara rappresentano la Sicilia

I vini dell’Etna e dell’Alcantara rappresentano la Sicilia

Una giornata vissuta ai piedi del vulcano attivo più alto d’Europa a scoprire e gustare i giacimenti enogastronomici del comprensorio a cavallo fra i parchi regionali dell’Etna, Alcantara e Nebrodi.
E’ quanto hanno vissuto ieri, a margine del forum taorminese “Il futuro Fertile”, organizzato da Confagricoltura, il commissario europeo all’agricoltura, Mariann Fischer Boel, l’europarlamentare e vicepresidente della commissione agricoltura Ue, Giuseppe Castiglione e l’assessore regionale agricoltura e foreste, Giovanni La Via.
Ad accogliere gli ospiti illustri, il patron di Cantine Patria, commendatore Francesco Di Miceli che ha personalmente illustrato il tour nella realtà produttiva aziendale che, oltre agli spazi di produzione, riserva un fuori programma d’eccezione: la visita, cioè, alle lave millenarie del sottosuolo visibili in un punto della cantina di Solicchiata.

Sotto una insolita nevicata primaverile, a tratti davvero sostenuta, il commissario Fischer Boel ha potuto, anche, ammirare i vigneti e il terreno lavico dal quale trae linfa e sostentamento il vitigno principe della produzione Doc dell’Etna, ossia il nerello mascalese.