Primo piano > La Parrocchia Ganzirri si prepara per l’ultima gara

La Parrocchia Ganzirri si prepara per l’ultima gara

Nelle due settimane di sosta del torneo la Parrocchia Ganzirri si prepara per l’ultima gara contro l’Iron Team di Palermo, valevole per l’accesso ai playoff. Il quarto posto definitivo in classifica rappresenta di certo un risultato di indubbio valore, alla luce anche delle aspettative di inizio stagione e delle burrascose vicende societarie della scorsa estate, che hanno portato alla presidenza l’allenatore storico Nicola Famà.
Con la sua esperienza pluriennale il neopresidente ha dato le giuste indicazioni per rinnovare il gruppo delle atlete e creare un gruppo solido, che domenica dopo domenica è riuscito a regalare importanti soddisfazioni, conquistandosi il rispetto delle avversarie e la simpatia di un pubblico sempre più caloroso. Tra gli obiettivi principali della “rinascita” del Ganzirri quello di conciliare il talento e la freschezza di giovani promesse con la forza e l’esperienza di chi veste da anni la maglia gialloblu, nella speranza di poter tornare a calcare in futuro i grandi palcoscenici nazionali.
Lunedì 14 aprile, proprio il presidente rivierasco ha presentato i due settori “cardini” dell’Associazione. Per la squadra femminile erano presenti il portiere capitano Adriana Caristi ed il pivot Giusy Cucinotta, autentiche veterane, e le giovani Rachele Fedele e Adriana Ansaldo, vere e proprie sorprese del questo campionato di quest’anno; per il settore giovanile invece erano presenti alcuni ragazzini accompagnati dal preparatore tecnico Andrea Lucchesi.
Queste le parole al microfono del presidente Nicola Famà:
“Perché il Ganzirri ha perso la serie A? E’ una domanda alla quale ogni volta è molto difficile rispondere. La salvezza sul campo conquistata nella passata stagione anno è stata un vero e proprio momento storico per il Ganzirri ed una grandissima soddisfazione per me in qualità di allenatore.
La profonda rottura degli equilibri in ambito societario ha rischiato però di rovinare un vero e proprio patrimonio sportivo della nostra città e, per un legame viscerale con i colori gialloblu, ho fatto quanto era giusto per salvarla, anche se ciò avrebbe comportato la rinuncia alla massima categoria.
Con il consenso dei soci si è deciso allora di ripartire dalla serie C regionale, costruendo un gruppo di ragazze che hanno sposato con entusiasmo questo nuovo progetto.
Il rettangolo di gioco dell’impianto sportivo “Sporting Under Bridge” di Torre Faro, scelto da quest’anno non soltanto per gli allenamenti ma anche per le partite interne della squadra femminile, è un luogo ideale che consolida l’identità della nostra società con il territorio di appartenenza.
Ganzirri ha una tradizione sportiva molto importante, sia nel calcio a 11 maschile che nel calcio a 5 femminile, ma da alcuni anni stiamo investendo anche nella formazione giovanile, partecipando con la Scuola Calcio ai tornei provinciali minori, perché guardiamo con grande speranza al futuro e crediamo nella crescita e nella valorizzazione delle nuove generazioni”.