Musica > Motel Siffredi – Con il sole negli occhi (Radio Date: 11-06-2014)

Motel Siffredi – Con il sole negli occhi (Radio Date: 11-06-2014)

I “Motel Siffredi” pubblicano il nuovo singolo “Con Il Sole Negli Occhi”, una canzone pop-rock con piccole venature di elettronica, che parla dei rapporti interpersonali, di quei momenti ben precisi dove incontrando persone, si capisce e si intuisce che la persona che hai di fronte non è una persona qualunque, ha qualcosa di speciale.

I Motel Siffredi si formano a Rovigo nel 2006 nell’intento di portare allegria ad ogni spettacolo suonando del buon rock e derivati, l’evoluzione li ha portati a voler proporre con lo stesso karma una musica più personale, musica inedita con una nuova formazione composta da Luca Biolcati (batteria e cori), Diego Zampieri (basso), Mattia Cagnoni (chitarre e cori), Ivan Occhi (chitarre e cori), Stefano Bellettato (violino e tastiere), Gianluca Casazza (voce).

Dopo l’uscita del primo EP nel 2011, intitolato “La fantasia di ciò che sei” da cui è stato realizzato il videoclip del singolo “Nel freddo che c’è”, i Motel Siffredi hanno visto aprirsi diverse porte, fino ad arrivare a parlarne nei giornali del veneto con varie apparizioni in tv e programmazioni su radio locali e web, fino all’incontro con lo speaker radiofonico Paolo De Grandis (nota voce radiofonica nel triveneto), da questa collaborazione in cui De Grandis veste i panni di scrittore è nato un nuovo singolo nel 2013 intitolato “Tanto è lo stesso” prendendo il nome del libro stesso e la realizzazione del relativo videoclip, semplice e riflessivo.

Segue il singolo “Effe” dedicato ad Emily, una bambina che nonostante i problemi di salute, trasmette una grande energia, il cui ricavato delle vendite di questo brano andrà totalmente in beneficenza.

Contemporaneamente all’uscita di questi singoli i Motel Siffredi si sono concentrati anche alle nuove canzoni inedite con l’uscita del primo album “Con Il Sole Negli Occhi “ (giugno 2014) che si snoda su sentieri consoni al pop rock italiano, tra ballad melodiche e brani più rock e intensi.

L’intero album è un viaggio verso una completezza musicale con sperimentazione elettronica e la classicità di un quartetto d’archi, i testi descrivono ciò che ci circonda, dalla guerra, all’amore, alla ricerca di nuovi stimoli, è’ stata realizzata anche una bellissima collaborazione con “Prhome”, noto rapper rodigino che tra i suoi crediti ha il vanto di aver portato il proprio messaggio anche oltreoceano, rendendo il progetto molto interessante.