Musica > Kasabian – 48:13

Kasabian – 48:13

Che cos’è un album se non la somma di tutte le sue parti ?
Per celebrare dieci anni di carriera i KASABIAN pubblicano il loro nuovo attesissimo album intitolato 48:13, composto da 13 nuovi brani la cui lunghezza, sommata, totalizza una durata totale di appunto 48 minuti e 13 secondi.

L’album uscirà in Italia 10 Giugno ed è disponibile in preorder da oggi su iTunes (https://itunes.apple.com/it/album/48-13/id865346013 ).

Il suono inconfondibile e l’integrità artistica del quinto album in studio dei KASABIAN definiscono l’essenza stessa della band: un suono e un’attitudine che sono un vero e proprio marchio di fabbrica, distillate e confezionate con una purezza ed uno stile veramente unici ed esaltanti.

48:13 è un lavoro che conferma la strenua volontà della band di portare avanti un progetto di evoluzione e sperimentazione musicale che si è sviluppato già attraverso i 4 album precedenti e che ora subisce un’enorme accelerazione verso “ambienti” musicali decisamente imprevedibili ed avanzati, scandendo ulteriormente lo sviluppo di una band come i KASABIAN.

Il chitarrista e vocalist Sergio Pizzorno, in tema di scrittura e produzione di 48:13 commenta: “Ho sentito chiaramente la necessità ma anche la confidenza nell’essere più diretto e più onesto con questo album. Ho cominciato a “sottrarre” piuttosto che a “sommare”, mantenendo la forma delle canzone e degli arrangiamenti più essenziali possible.”

Tom Meighan, l’esplosivo frontman della band è ancora più diretto: “Meno è meglio, non trovate ? E’ diretto, è quello che è e quello che vuole essere. Ascoltatelo e basta. Abbiamo avuto la sicurezza di noi stessi necessaria per metterci a nudo. Sergio ha ridotto il nostro suono all’essenza. E’ incredibile.”

Serge Pizzorno ha sempre citato come sue principali influenze e fonti di ispirazione 3 genere musicali precisi: la musica elettronica, l’hip hop e la musica pop/rock di fine anni ’60. E non è mai essitito un album capace di fondere armonicamente questi tre elementi in un’unica ampia vision artistica. Questa è musica “progressiva” che non dimentica le sue radici profonde, un ponte fra quello che è stato e che permane, e quello che sarà e ci possiamo immaginare.

Il primo singolo “Eez-Eh”(“Easy”) è solo un esempio dell’amplissimo spettro espressivo di “48:13” e della grande duttilità compositiva e produttiva di Pizzorno. Un beat irresistibile e irrefrenabile, dalle tinte notturne che senza dubbio incendierà I fan che si accalcheranno sotto il palco dei prossimi concerti estivi dei KASABIAN, primi fra tutti quello del 29 Giugno, quando suoneranno sul Pyramid Stage di Glastonbury e quello del 21 Giugno nella loro citta natale Leicester, al Victoria Park.

Il video di “Eez-eh” (“Easy”) è stato diretto dall’acclamato artista e designer Aitor Throup, che ricopre anche il ruolo di direttore creativo dell’album e ha creato una identità visiva all’intera campagna di lancio.
L’approccio spiccatamente concettuale di Aitor Throup riflette la natura diretta della musica di questo album, che è evidente nell’uso costante e provocatorio del rosa shocking e dei numeri delle durate dei brani riportate direttamente sul fronte della copertina dello stesso album.

I Kasabian saranno in concerto quest’autunno in Italia

I KASABIAN sono:
Sergio Pizzorno: chitarra, voci e produzione artistic
Tom Meighan: voce
Chris Edwards: basso
Ian Matthews: batteria
Tim Carter: chitarra (nuovo membro della band)

48:13, Album Tracklisting:

1. (shiva)
2. bumblebeee
3. stevie
4. (mortis)
5. doomsday
6. treat
7. glass
8. explodes
9. (levitation)
10. clouds
11. eez-eh
12. bow
13. s.p.s.