Musica > Duo Bucolico – Mangia La Musica (Radio Date: 24-03-2014)

Duo Bucolico – Mangia La Musica (Radio Date: 24-03-2014)

Il Duo Bucolico presenta il nuovo album “Furia Ludica” (Cinedelic – 1 aprile 2014). Gruppo nato nel 2003 con attivi cinque album, è formato dai cantautori romagnoli Antonio Ramberti e Daniele Maggioli, un duo geniale tra colori e giocattoli febbricitanti, a cavallo tra cantautorato, operetta elettronica e folk-cabaret. L’album mette in scena piccole storie allegoriche, invettive cosmiche e proclami dada; le canzoni si fanno più asciutte sul piano della narrazione e più ricche negli arrangiamenti, senza sacrificare la loro spinta satirica e surreale. Nell’album, solcato da un strano equilibrio tra istinto e controllo, tra grido e digressione, convivono brani per cantautore solitario e brani da Banda Bucolica, giocosi esperimenti elettronici e inni corali.

Furia ludica, rappresenta l’album di svolta sul piano discografico, infatti il Duo Bucolico ad oggi aveva indirizzato le proprie energie (oltre 100 concerti all’anno) principalmente sull’efficacia dei suoi irresistibili live-spettacolo; questa vocazione performativa gli ha permesso di vendere un numero considerevole di copie dei primi quattro album autoprodotti, ora invece il Duo Bucolico si è preso tutto il tempo necessario per concentrarsi sul disco, alla ricerca di un sound maturo, competitivo e disinvolto.

La produzione di Cinedelic Records – label nota per le curatissime pubblicazioni dedicate a compositori che hanno fatto la storia delle colonne sonore italiane (E. Morricone, A. Trovajoli, P. Umiliani, Gianni Ferrio e tanti altri) ma anche per aver pubblicato il primo album dei Calibro 35 (oggi una delle band di culto del panorama italiano indipendente), vuole arrivare al cuore e al sorriso di chi non ha ancora avuto la fortuna di vedere il Duo Bucolico dal vivo con tutta la sua incredibile energia.

Ospiti speciali del disco sono il geniale sperimentatore Vincenzo Vasi (collaboratore stabile di Vinicio Capossela che qui alterna theremin, vibrafono e cori in 5 brani) e gli esuberanti conterranei romagnoli Nobraino in Mangialamusica, che contribuiscono a fare di Furia Ludica un’opera inclassificabile e multiforme.