Musica > St. Vincent – Digital Witness (Radio Date: 24-01-2014)

St. Vincent – Digital Witness (Radio Date: 24-01-2014)

Da Mercoledì 11 dicembre l’album può essere preordinato su http://www.ilovestvincent.comin diversi formati, inclusi CD, LP, e un’edizione limitata con 7″ (gold triangle) che include “Birth In Reverse” e “Digital Witness.”

Gli 11 brani del nuovo album mostrano Annie Clark piĂą sicura e avvincente che mai, con le chitarre elettriche aggressive e gli eterei arrangiamenti vocali che si uniscono ai sintetizzatori per dominano una sezione ritmica contagiosa e irrefrenabile.

“Sapevo che il groove era fondamentale per questo disco”, dice Annie Clark dell’album che ha composto e lungamente provato ad Austin prima di andare a registrarlo in studio a Dallas. Per seguire la parte ritmica ha arruolato il batterista dei The Dap-Kings, Homer Steinweiss, e l’assiduo collaboratore McKenzie Smith dei Midlake, mentre per la produzione è tornata a John Congleton, per portare il potenziale sonoro che avevano appena iniziato a sprigionare con ‘Strange Mercy’ in territorio inesplorato. “Volevo fare un party album che si può suonare a un funerale.”

Il risultato è il piĂą avvincente lavoro di Annie Clark fino ad ora. “Bring Me Your Loves” è una follia delirante, ma anche brani meno frenetici come “Severed Crossed Fingers” portano la sua inconfondibile firma, una miscela di bello e surreale. Al centro di tutta la sua musica, però, si trovano grandi domande su ciò che significa essere umani e il modo in cui cerchiamo di trovare un significato nelle nostre vite. “Regret” la cattura in un momento di grande vulnerabilitĂ , mentre “I Prefer Your Love” potrebbe essere la piĂą pura espressione di affetto che abbia mai scritto. “Digital Witness” affronta l’identitĂ  nell’era di Instagram, con Annie Clark che canta: “Se non posso mostrarlo / Se non riesci a vedermi / Qual è il punto di fare qualcosa?”

L’album segue l’ultima pubblicazione solista, ‘Strange Mercy’ del 2011, indicato come “uno degli album migliori dell’anno” dal New York Times e “un disco da ammirare” da Pitchfork. Il nuovo album “St. Vincent” consolida Annie Clark come una delle piĂą creative e straordinarie chitarriste della sua generazione, dopo che nel 2012 ha collaborato con David Byrne all’acclamato “Love This Giant”.