Musica > Dhamm – Mediamente rapiti dal cuore (Radio Date: 21-01-2014)

Dhamm – Mediamente rapiti dal cuore (Radio Date: 21-01-2014)

Oggi, martedì 21 gennaio, esce “CONSIDERATA L’ORA” (distribuito da Artist First), l’album che segna il ritorno sulle scene dopo 13 anni della band romana DHAMM, che sarà disponibile nei negozi tradizionali, in digital download e su tutte le piattaforme streaming. Il nuovo singolo estratto dall’album, da oggi in rotazione radiofonica, è “MEDIAMENTE RAPITI DAL CUORE”, un brano che parla di una storia d’amore incastrata in un limbo sentimentale.

“Considerata l’ora” contiene nove brani inediti dalle venature pop e rock, scritti e arrangiati dagli stessi Dhamm, ed una rivisitazione in chiave acustica del brano “Sono qui”, già presente all’interno del terzo album della band, “Disorient Express”.

«Considerato tutto il tempo passato dall’ultimo album insieme e tutte le esperienze accumulate, non ci siamo posti il problema del genere all’interno del quale collocare le canzoni – raccontano i Dhamm – Ci siamo solo focalizzati sulle canzoni stesse, privilegiando quelle con la maggiore forza comunicativa. Il risultato è un album eterogeneo, con temi che spaziano dal sentimento per eccellenza, visto con una certa disillusione frutto dell’età matura, a vizi e atteggiamenti che caratterizzano l’animale sociale chiamato uomo, o almeno la specie italica. Il tutto condito con un pizzico di sana ironia».

Sono passati tredici anni dall’ultimo disco dei Dhamm, diciassette dalla scissione del nucleo originale, tempo in cui ognuno dei quattro musicisti romani è stato impegnato in progetti paralleli italiani ed internazionali. Ad esempio, è in uscita in questi giorni l’album dell’artista canadese Judith Berard, per la label “Les disques MUBE”, interamente suonato dai Dhamm.
La band romana tra il ’95 e il ’96, con “Dhamm” e “Tra cielo e terra”, vendette oltre 100.000 copie di dischi. Nel ’94, con il brano “Irene”, si qualificò prima nella sezione Giovani e nel ’95 con “Ho bisogno di te” si classificò quinta al Festival di Sanremo, dove nel ’96 la band tornò con il brano “Ama”, sfatando l’idea che l’Ariston non fosse posto adatto al rock. Dopo un’intensa attività live, con oltre cento concerti l’anno, nel ‘97 i Dhamm virarono al grunge con “Disorient Express”, prodotto da Steve Lyon (già con Cure, Depeche Mode, Tears For Fears), mentre nel 2000 intrapresero la nuova avventura chiamata “Sautiva”, proponendo un rock con incursioni elettroniche.
Nel 2011 il gruppo si è ritrovato in sala prove per il piacere di jammare, senza ambizioni di reunion ufficiali, salvo poi scoprire di aver composto abbastanza brani per un nuovo lavoro da presentare al pubblico.