Musica > Ornella Vanoni – Non è questa casa mia (Radio Date: 11-10-2013)

Ornella Vanoni – Non è questa casa mia (Radio Date: 11-10-2013)

Da venerdì 11 ottobre sarà in rotazione radiofonica “NON È QUESTA CASA MIA”, secondo singolo (dopo “Basta Poco”) estratto dal nuovo album di inediti di ORNELLA VANONI, “METICCI” (IO MI FERMO QUI), con il quale l’artista dice addio alla discografia: “Meticci” (Io mi fermo qui) sarà infatti l’ultimo album di inediti della sua carriera.

«Questa la sento veramente mia – afferma Ornella Vanoni a proposito del brano, che ha scritto a quattro mani con Lorenzo Vizzini – È la storia di una ragazza che vive sulla strada. Ce ne sono tante e quando le vedo le osservo con attenzione. E quando poi sono giovani e magroline mi si stringe il cuore. Povere creature. Freddo, paura e solitudine. Il loro corpo, la loro carne usata e straziata. Così è nata questa canzone. Non è questa casa mia».

Pubblicato da Sony Music, “Meticci” (Io mi fermo qui) disponibile nei negozi tradizionali, in digital download e su tutte le piattaforme streaming, ha esordito al 6° posto della classifica dei dischi più venduti, e arriva a 6 anni da “Una bellissima ragazza” (2007), ultimo album di inediti di Ornella Vanoni, e a 3 anni dal doppio album dal vivo “Live al Blue Note” (2010).

L’album, prodotto da Mario Lavezzi, che ha scritto anche “Basta Poco”, vanta grandi collaborazioni: da Franco Battiato al rapper senegalese Badara Seck, da Nada a Roberto Pacco, da Gabriele Semeraro al giovane cantautore siciliano Lorenzo Vizzini, che ha scritto le musiche e, a quattro mani con Ornella Vanoni, i testi di 8 dei 13 brani contenuti nel disco. L’illustrazione della copertina dell’album è stata realizzata dal visual artist Giuseppe Ragazzini.

Questa la tracklist di “Meticci” (Io mi fermo qui), che contiene anche un omaggio a Lucio Dalla: “Basta poco”, “La donna dai capelli blu mare”, “Meticci”, “Dalla tua vita”, “Il bambino sperduto”, “Non è questa casa mia”, “Terra nera”, “Il fiume”, “Che vitalità”, “Costruzione”, “4 marzo ’43”, “Aurora”, “Di passaggio”.

«Meticci non sono solamente gli incroci di razze, lingue o culture – spiega Ornella Vanoni – Meticci sono coloro che si fermano a contare gli spicchi di luna in un cielo scuro. Chi si interroga sul perché delle cose senza stancarsi mai. Chi riesce a riconoscersi in mezzo ad una folla distratta. Chi vive ai margini. Chi si sente come avesse l’olfatto sopraffino di un randagio o gli artisti che riescono a creare mondi diversi in cui abitare. Chi nonostante gli anni che passano riesce ancora ad innamorarsi di tutto».

In attesa del suo nuovo tour teatrale in partenza a marzo 2014, nelle prossime settimane Ornella Vanoni sarà in concerto in Italia e oltreoceano: l’1 e il 2 novembre in Canada, alle Cascate del Niagara; il 5 novembre al Café Carlyle di New York; il 15 novembre al Casinò di Venezia; il 12 e il 13 dicembre al Blue Note di Milano (per due serate speciali dove sarà accompagnata dall’Italian Jazz Star Reunion: Max Ionata al sax, Dado Moroni al piano, Rosario Bonaccorso al basso e Roberto Gatto).