Musica > Nicolas Bonazzi: da lunedi 29 luglio in rotazione radiofonica il nuovo singolo “Mi Sento Salire”

Nicolas Bonazzi: da lunedi 29 luglio in rotazione radiofonica il nuovo singolo “Mi Sento Salire”

A partire dal 29 luglio 2013 sarà in rotazione radiofonica il nuovo singolo di NICOLAS BONAZZI dal titolo “MI SENTO SALIRE”, che anticipa l’uscita del nuovo album, prevista per l’autunno del 2013.

“Mi sento salire”, disponibile a breve su tutte le piattaforme digitali, è il brano con cui Nicolas si propone dopo il singolo “L’ultimo giorno del mondo” con cui ha interrotto due anni di intenso lavoro in seguito all’esperienza a Sanremo Giovani nel 2010 con il brano “Dirsi che è normale”, brano oramai consacrato un “cult” del web e dei social-ntw, youtube conta oltre 5 milioni di visualizzazioni.

“Mi sento salire” è totalmente opera di Bonazzi, musica e parole.

In questi due anni, Nicolas si è confrontato con una grande attività di ricerca. Il giovane cantautore è “tornato” con una nuova “linfa” creativa (fondamentale è stato un lungo viaggio nella “Grande Mela”), attraverso la scelta di un nuovo sound, sicuramente più internazionale rispetto ai lavori precedenti. Oltre ventiquattro mesi per dare alla canzone e a quelle che seguiranno una veste ricca ma non sovrabbondante, varia ma non disomogenea, arrangiamenti pensati nello stesso segno della spontaneità e immediatezza dell’ispirazione, attraverso un linguaggio “moderno”.

“Mi sento salire”, è una forma sperimentale di “poesia elettronica” che descrive la disarmante naturalezza dell’attrazione sessuale, ad ogni livello del cosmo, vissuta come stadio di elevazione spirituale verso l’infinito, e celebrazione della vita e del movimento. Il brano ha un timbro molto fresco e arioso, mescolando sonorità anni 80 (ispirate al grande Battiato), un’impronta elettronica più futurista e atmosfere strumentali classiche.

Nicolas racconta entusiasta di questo brano: “’ispirazione mi è venuta osservando il mio giardino in primavera, quando la natura inizia a schiudersi: ogni manifestazione di bellezza, dallo spettacolo dei fiori, con il loro intenso profumo, alla danza delle farfalle, è espressione di un impulso naturalissimo, quello sessuale, che guida senza scampo ogni essere vivente “senza vergogna e senza scelta”, “come fosse normale”, “come niente di male”, “fino a destinazione: all’amore assaggiare”. Un istinto a cui non possiamo che soccombere, per onorare la più potente legge del cosmo”.