Musica > Nine Inch Nails: da venerdì in radio il singolo “Came Back Haunted”, tratto dal nuovo album in…

Nine Inch Nails: da venerdì in radio il singolo “Came Back Haunted”, tratto dal nuovo album in uscita in Italia il 3 settembre “Hesitation Marks”

Sarà in radio a partire da venerdì 26 luglio “Come back Haunted”, il singolo dei NINE INCH NAILS già disponibile negli store digitali che anticipa l’uscita del nuovo album della band americana del polistrumentista Trent Reznor “HESITATION MARKS” in uscita in Italia il 3 settembre per la Polydor Records.

Il brano, fin dal suo arrivo in rete, ha ottenuto un riscontro travolgente testimoniato dagli oltre 300 mila click registrati in poche ore su soundcloud e dal fatto di essere entrati nella Top10 dei trend di Twitter di tutto il mondo. A firmare la regia del video di “Come Back Haunted” la follia creativa di David Lynch (il video è visibile su http://youtu.be/1RN6pT3zL44).

Registrato e prodotto insieme ad Atticus Ross e Alan Moulder durante l’ultimo anno, questo nuovo lavoro di studio segna il ritorno della band, pionieri dell’industrial music movement, dopo più di 5 anni di silenzio e l’inizio della collaborazione con la Polydor Records.

È Trent Reznor a sottolineare la soddisfazione che accompagna l’arrivo di questo album “Nell’ultimo anno ho segretamente lavorato non-stop con Atticus Ross e Alan Moulder sul nuovo album dei Nine Inch Nails e sono felice di dire che è finito e francamente spacca! Questa è la spinta, la motivazione alla base della decisione di mettere insieme una nuova band e ritornare a suonare live. Ho cercato di mettere in questo nuovo lavoro tutta l’esperienza, la creatività accumulata al di fuori dalla musica per cercare di portare i NINE INCH NAILS in un nuovo posto”.

L’album composto da 14 brani inediti, verrà pubblicato in 4 differenti formati a cui corrispondono altrettante copertine ideate da Russel Mills (che firmo già nel 1994 la cover di “The Downward Spiral” e molti altri lavori dei NIN dello stesso periodo) con la direzione artistica di Rob Sheridan e la fotografia di Sheridan e Davye Ward.

Reznor ha reso nota anche la tracklist dell’album: 1) The Eater of Dreams, 2) Cop of A, 3) Came Back Haunted, 4) Find My Way, 5) All Time Low, 6) Disappointed, 7) Everything, 8) Satellite, 9) Various Methods of Escape, 10) Running, 11) I Would for You, 12) In Two, 13) While I’m Still Here,
14) Black Noise.

Nel frattempo, I NINE INCH NAILS, band da 30 milioni di copie vendute nel mondo, sono impegnati in una serie di date in tutto il mondo tra cui festival importanti come quelli di Reading e Leeds. La nuova lineup dei Nine Inch Nails composta da Alessandro Cortini, Josh Eustis, Robin Finck, Trent Reznor e Ilan Rubin debutterà il 26 luglio al Fuji Rock Festival di Naeba in Giappone, concerto che segna il ritorno del gruppo sul palco dopo quasi 4 anni.

L’esordio di Trent Reznor sotto il nome di Nine Inch Nails è datato 1988, anno in cui viene pubblicato “PRETTY HATE MACHINE”. Il disco è soprattutto basato su composizioni scritte e suonate da Reznor al sintetizzatore. Quando gli viene data la possibilità di tradurre sul palco del Lollapalooza (nell’edizione del 1991) il frastuono dell’album, il disco diviene un oggetto di culto per le nuove generazioni e Reznor un nuovo punto di riferimento per il rock. Quando esce “THE DOWNWARD SPIRAL”, nel 1994, Reznor riesce a tradurre alla perfezione quel mondo interiore e caoticamente confuso, quell’ammasso di emozioni forti e disperazioni infinite che sono alla base della sua filosofia di vita. Nel 1999 esce “THE FRAGILE”, disco apprezzato dalla critica L’anno successivo Reznor pubblica “THINGS FALLING APART”, che come già accaduto (ad esempio con BROKEN di qualche anno prima) include materiale proveniente dalle sessions del disco precedente. Nei primi mesi del 2002 segue “AND ALL THAT COULD HAVE BEEN”, disco dal vivo che documenta il “Fragility tour” del 2000. “WITH TEETH”, primo disco di inediti da “THE FRAGILE”, arriva nel 2005 e viene registrato in 9 mesi, un tempo considerevolmente breve per Reznor, abituato a passare manialcamente molto tempo in studio. Dal 2005 in poi, l’attività dei NIN si intensifica: il 2006 viene passato per buona parte in tour (da questi concerti viene estratto il DVD “Beside you in time”), così come i primi mesi del 2007. Il nuovo disco “YEAR ZERO” viene scritto in buona parte “on the road” ed esce ad aprile 2007. Nel marzo 2008 arriva “GHOSTS I-IV”, disco strumentale seguito poco dopo da “THE SLIP”. Nel 2011 Reznor vince l’Oscar per la colonna sonora di “The Social Network”,

www.nin.com
www.facebook.com/ninofficial
www.twitter.com/nineinchnails