Musica > Luisa Corna – Tutto e niente (Radio Date: 25-06-2013)

Luisa Corna – Tutto e niente (Radio Date: 25-06-2013)

La pubblicazione del nuovo singolo di Luisa Corna offre la possibilità di ribadire un concetto che a lei sta molto a cuore: l’essere poliedrica, curiosa e disponibile a nuove esperienze professionali non vuol dire che Luisa non abbia, ben definito in lei, il suo progetto artistico.

Se ci sofferma a scorrere la sua ricca biografia professionale, salta agli occhi che, fin dai suoi esordi, è la musica l’unica ed insostituibile passione della sua vita. La moda, la televisione, il cinema, sono e sono state soltanto delle divagazioni artistiche figlie del volersi misurare sempre con nuove sfide; ma sono la musica, le canzoni, i concerti che la coinvolgono completamente e la impegnano da sempre.

Con “Tutto o niente” (in tutte le radio dal 25 giugno 2013), Luisa Corna inizia il suo nuovo viaggio musicale che la vedrà, nei prossimi mesi, proporre le nuove canzoni di un album gremito di collaborazioni prestigiose e che spazia in generi diversi, incontri con musicisti di rango, suggestioni internazionali ed emozioni sonore imprevedibili, con al centro, ovviamente, la sua voce e l’infinita voglia di comunicare gioia e divertimento. Nel brano “Tutto o niente”, il gioco tra presente e passato, tra lo ieri e l’oggi, tra quello che è stato e quello che potrebbe essere, è descritto in tutte le sue contradittorie sfaccettature.

L’amore perduto è inevitabilmente fonte di rimpianti, malinconia, triste accettazione di un passato che non è più, nostalgia di quei momenti felici che adesso brillano implacabili come stelle, quasi accecando nella buia notte dell’anima. Ma Luisa (nel brano) non si arrende, pur nello sconforto grida la sua voglia di rinascita, di ricostruire una vita frantumata e ridare un senso al proprio tempo.

Recuperando la vecchia storia e cercando una seconda possibilità. Sebbene sia il momento in cui la coscienza riacquista lucidità e la ferita di un sentimento “andato a male” geme il suo dolore più acuto, tutto l’amore che si è donato non può andare perduto: è vita che cerca altra vita, energia inestinguibile destinata a risorgere dalle proprie ceneri e anche la solitudine non può soggiogarla.

Al centro delle parole sempre lei, la donna.

Il testo:

Tutto e Niente (Corna, Amati, Manzani, Vaccaro)

L’incoerenza, la passione, la ragione…ed io
Quante emozioni come treni dirottati altrove…amore mio
Ho respirato altri sapori, ma resti sempre tu
quel nodo chiuso in gola, tra le incertezze
Ed ogni tanto ci incontriamo per tornare indietro
e…per riscoprire in fondo quello che sappiamo
ma che cerchiamo di piĂą
imprigionati negli stessi timori
Figli dei sogni e confusi ideali
Com’è il mondo adesso…

E adesso sono qui
A darti tutto e niente
che stupida pensavo non finisse il tempo
ed aspettavo te
per vivere così, istintivamente
ma adesso non mi basta.. lo senti che ti voglio ancora

Ed ora che tutto è diverso, tu per cosa vivi?
Nascondi ancora i tuoi pensieri neri
Come facevi con me?
io che sognavo un figlio, il tuo respiro
ma la paura non la prendi in giro
come il destino… e adesso…

e adesso sono qui
a darti tutto e niente
che stupida pensavo non finisse il tempo
ed aspettavo te
per vivere così, istintivamente
ma adesso cosa resta… adesso…

Vorrei fermare il tempo che non mi dĂ  pace
Ma non c’è tempo e tutto corre più veloce
Vorrei non fosse troppo tardi per ricominciare adesso…ma adesso sono quì…
Ma vivere così a darsi tutto e niente
adesso non mi basta… lo senti… che ti voglio ancora…