Musica > E’ uscito il suo nuovo album “Il tempo il vizio la noia” di Daniele Babbini

E’ uscito il suo nuovo album “Il tempo il vizio la noia” di Daniele Babbini

DANIELE BABBINI nasce a Carrara, si diploma al liceo scientifico e studia archeologia all’università di Firenze. Ama definirsi autore di canzoni e neofita della poesia.

Dopo varie esperienze musicali pubblica il suo primo cd singolo dal titolo “Oggi però” per l’etichetta discografica Emi ed edito da Warner Chappell Italiana (per la quale svolge attivitĂ  di autore) con cui entra per due volte nella classifica nazionale di vendita dei singoli (F.I.M.I.)

Musica e poesia: un binomio indissolubile nel processo creativo di Daniele che si avvicina maggiormente a quel regno del possibile che è la poesia con “L’ombra dell’anima”, pubblicato da La Versiliana Editrice.
Opera prima dove i componimenti di Daniele assumono la forma di appunti e schizzi sulla tela del quotidiano, istantanee, stati d’animo impressi su carta prima che si volatilizzino.

Il libro è impreziosito dalla prefazione di Rina Centa Strambi, celebrata attrice di teatro e cinema (per oltre sessant’anni affiancata ai nomi più illustri del panorama nazionale), nonché stimata poetessa.

“L’ombra dell’anima”, che è stato presentato alla Fiera Internazionale del Libro di Torino, ha vinto il premio letterario internazionale “Città di Lerici” e il premio letterario “Montegrotto-Città di Padova” nella sezione libri di poesia.

Inoltre ha ottenuto riconoscimenti speciali al premio letterario europeo “Tra musica e poesia-CittĂ  di Vienna”, al “La Rocca” di San Miniato e al “San Marco – CittĂ  di Venezia” oltre al terzo premio al concorso letterario internazionale “CittĂ  di Lisbona”.

Esce di seguito la sua seconda raccolta di poesie dal titolo “Il violino del diavolo” pubblicato da Edizioni Clandestine e distribuito in tutta Italia a partire dal 31 Gennaio 2006.

L’introduzione di questo libro è stata scritta da Andrea Salieri (noto autore tra gli altri dei romanzi L’urlo e L’omicidio Berlusconi). “Il violino del diavolo” è stato presentato nella splendida cornice di Palazzo Ducale in Massa e presente, tra le altre manifestazioni, alla Fiera Internazionale del Libro di Torino, presso lo stand di Edizioni Clandestine. Inoltre nell’ Agosto 2006 presente nel programma di “Incontri con l’Autore” nell’ambito della XII Biennale – Internazionale di Scultura di Carrara.

Il ritorno alla musica coincide con la pubblicazione del singolo “Lo psicanalista” uscito nel febbraio 2007.
Una delle nuove canzoni di Daniele, dal titolo “Libero Barabba” ha dato il nome ad una campagna internazionale di sensibilizzazione contro la pena di morte sostenuta da Edizioni Clandestine e da novembre 2007 viene trasmesso dal programma radiofonico Demo in onda su RAI Radio 1, che ha dedicato a Daniele una puntata monografica.

Nel Dicembre 2007 riceve il Premio Querciola – Cultura e Spettacolo e pubblica un nuovo singolo “Pane Caldo”.

Nell’ estate 2008 esce Meglio Solo, il suo primo singolo per la One E Music. Il brano entra in programmazione radiofonica nazionale, viene usato come sigla per il Festival Voci Nuove 2008 in onda su Rai Due e in Eurovisione e permette a Daniele di affiancarsi a Gatto Panceri in tutte le date del suo tour estivo.

Nel 2009 esce il suo primo album “Sono Cose Che Succedono” prodotto da One E Music e distribuito da EMI, impreziosito dalla collaborazione con Gatto Panceri, coautore di due delle dodici tracce dell’album.

All’’uscita dell’album segue l’uscita del singolo Precario pubblicato proprio il primo maggio, il cui video (o per meglio dire Photo-Clip) per la regia dello stesso Daniele è il primo caso di video fotografico in programmazione televisiva.

Sempre nel luglio 2009 è ospite alla prima serata del “Premio Lunezia” e riceve la Vela di Marmo. Nel settembre 2009 ottiene il Disco d’Oro per il singolo Meglio Solo.

Il 12 settembre 2009 Daniele viene nominato Ambasciatore dei Diritti Umani nel corso del gran concerto per la Difesa dei Diritti Umani al PalaFiuggi.

A novembre 2009 esce per Edizioni Clandestine la sua terza raccolta di poesie dal titolo “L’Assetato Stupore”, che ancora inedita ha ricevuto un premio speciale al “Premio Autore 2009” al Salone Internazionale del Libro di Torino e il terzo premio al “Città di New York”.

Febbraio 2010 realizza, “Pain Chaud”, la versione francese del singolo “Pane Caldo” che va in onda sulle principali radio francesi.

Sempre nel Febbraio 2010, Daniele Babbini è co-autore e produttore del brano “Sospeso”, colonna sonora del film “Vincent au soleil levant”, scritto e diretto da Kyara van Ellinkhuizen e prodotto da Exdogma99, il film è stato presentato in anteprima mondiale, al Festival Henri Langlois di Vincennes-Paris, ed è interpretato da Arthur McKay, nel ruolo di Van Gogh in visita ultraterrena a Venezia.

A fine 2010, esce il suo EP, LA LEGGE DELL’ATTRAZIONE che il 23 luglio 2011 gli permette di ricevere il Premio Lunezia “Rock D’Autore”.

“IL TEMPO IL VIZIO LA NOIA” in breve:

Tutti i brani sono di Daniele Babbini la produzione è di Gianni Errera e i missaggi di Steve Lyon per One E Music. Distribuzione Emi

MA COSA TE LO DICO A FARE
è una canzone sulle contraddizioni che inevitabilmente ci sono a volte nella vita, tra anima e corpo, istinto e ragione, su la ricerca di un equilibrio che spesso ci sfugge. Nella parte strumentale il brano contiene un’omaggio non troppo velato a Battisti.

ORDINARIA FOLLIA
è la cronistoria di un tradimento appena consumato, gli attimi immediatamente successivi, pensieri e domande, in una quotidianità che solo all’apparenza cerca di rimanere ordinaria.

DISCO ORARIO
è una riflessione sul famigerato quarto d’ora di celebrità tanto caro ad Andy Warhol, una riflessione su quanto sia difficile, per svariati motivi la ricerca della novità. Forse la vera novità è la verità che non dice più nessuno?

INVISIBILE
quando un sentimento importante finisce forse l’unico modo per stare meno male è diventare invisibili… sembra facile… a dirsi…

UN GIORNO COME UN ALTRO
una visione quasi psichedelica su quelle paure che inattese tornano e tornano e tornano, che ci cambiano fino quasi a farci diventare gli sconosciuti che dormono nel nostro letto.

LE COSE CHE …
uno spaccato sulle dinamiche che spesso caratterizzano un rapporto di coppia in un determinato momento… quando l’incomunicabilità la fa da padrone… il silenzio, le cose che non si dicono, quelle si che fanno paura…

CLANDESTINO
in un periodo storico in cui purtroppo il fenomeno sociale dei clandestini è sempre più di attualità può capitare anche di sentirsi clandestini di noi stessi, nella nostra apparente normalità… senza punti di riferimento…

OTTOBRE
è una favola sulla storia d’amore tra Settembre e Ottobre che ogni anno si sfiorano solo per un attimo ma non si toccano nemmeno… ma si aspettano… magari il prossimo autunno andrà meglio…

BOOM
la benzina è l’unica fonte di investimento sicuro! Comprarla e conservarla … con qualche precauzione … guadagno assicurato visto che il prezzo aumenta costantemente… con un ritmo annuale tu raddoppi il capitale …

TI AMO PERCHE’ NON ESISTI
la celebrazione dell’amore immaginario, di quella metà che esiste solo nei nostri sogni ma che ci sembra così reale … e comoda … ma che alla fine non ci lascia nulla … svanisce … il vero amore è fatto anche di contrasti … le differenze sono la vera ricchezza …

QUEL CHE RESTA DI TE
Un acquerello dipinto in riva al mare con una nave che si allontana, i gabbiani, le sdraio e lei sul ponte … Una canzone di un cantautore francese, Gregoire, con un testo nuovo in italiano.

PROMOZIONE E COMUNICAZIONE
recmedia – Filippo Broglia
Guido Robustelli