Musica > Pubblico Incanto Artheatre Festival: ‘A Cirimonia

Pubblico Incanto Artheatre Festival: ‘A Cirimonia

Pagliara (Messina) 28 luglio 2011. La solitudine, l’incomunicabilità, l’inadeguatezza di qualsiasi verità tra ‘U masculu e ‘A fimmina, in due parole ‘A Cirimonia. Il secondo atto della Trilogia dell’impossibilità, firmata Compagnia del Tratto di Palermo, andrà in scena domani sera alle 21.30 a Piazza dei Mille, Rocchenere (Pagliara, Messina) per il Pubblico Incanto Artheatre Festival. La pièce è diretta e interpretata da Anton Giulio Pandolfo e Rosario Palazzolo. Ancora una volta un uomo nei panni di una donna per un festival che ha scelto come fil rouge la figura femminile.
Tra accenti surreali e grotteschi un uomo e una donna celebrano una cerimonia sghemba, che si annuncia inutile. Una cerimonia che li obbliga a un dialogo che solo apparentemente è privo di senso, straripante di silenzi pieni di paura che man mano si trasforma, diviene urlo, esigendo un ritmo da tragedia e una musicalità irreale, in una perfetta idiosincrasia di stati d’animo. È una cerimonia che si ripete da anni, quella a cui il pubblico assiste. I due personaggi, utilizzando un gioco grottesco (‘u Mi ricordu), sono obbligati a ricordare, tentando di appigliarsi a un qualche brandello di verità. Il tutto, in una lingua vivida, un palermitano violento e realistico.

Nel 2009 lo spettacolo vince la 18° edizione del premio internazionale “Fringe L’altroFestival”, concorso dedicato alle nuove drammaturgie e alle nuove compagnie organizzato da FIT – Festival Internazionale del Teatro – di Lugano (CH). Nel 2010 sempre ‘A Cirimonia è stata selezionata per la partecipazione alla 6° edizione del Festival Internazionale Incontriteatrali 2010 a Lugano e ha ricevuto la menzione speciale dalla giuria del Premio In-BOX 2010.

Di seguito la scheda della compagnia.
COMPAGNIA DEL TRATTO nasce a Palermo nel 2002, fondata da Rosario Palazzolo e Anton Giulio Pandolfo, con il sostegno di Delia Calò e is occupa di nuove drammaturgie. Nel 2004 si arricchisce della presenza e la collaborazione dell’attrice Monica Andolina. L’esordio nella produzione di nuove drammaturgie avviene con lo spettacolo Ciò che accadde all’improvviso. Dal 2009, si giova del contributo organizzativo di Tiziana Giordano. Le produzioni prendono vita dalla drammaturgia di Rosario Palazzolo che, insieme all’attore e regista Anton Giulio Pandolfo, cura le regie. Tra gli spettacoli realizzati: ’A Cirimonia (Napoli, 2009), Ouminicch’ (Palermo, 2007), I tempi stanno per cambiare (Palermo, 2007 – Premio Oltreparola alla Drammaturgia; Premio Vigata 2007 Migliori Attrici: Monica Andolina, Delia Calò e Giada Robbiano), Ciò che accadde all’improvviso (Palermo, 2006).