Musica > It’s The Game – L’esordio dal sapore internazionale di Veronica Aslinn

It’s The Game – L’esordio dal sapore internazionale di Veronica Aslinn

Veronica Aslinn è una cantate pop/rock internazionale di 23 anni.

Sin da piccola nutre una passione sfrenata per la musica. A 4 anni inizia a studiare danza, a 5 inizia con il canto e a 11 decide di iniziare a suonare la chitarra.

Ha vissuto in diverse città: Vibo Valentia, la sua città natale, Parma e Milano. Nell’adolescenza trascorre un breve periodo a New York da alcuni parenti dove entra a far parte di una band per live studenteschi.

Veronica è sempre viaggio tra Milano e New York. A Milano, al Massive Arts Studios, conosce il noto produttore Bruno Tavernese ed entrambi decidono di iniziare a lavorare insieme.

A New York ha registrato il suo primo singolo “In the sky now” con la partecipazione del grande musicista Jonathan Mover, batterista di Shakira, Joe Satriani e Steve Vai, Nick Miller, engineer e bassista, specialista della Rock Generation, Dragan Cacinovic Chach, Engineer e producer che ha collaborato tra l’altro con Eve e Gwen Stefani.

In 9 mesi di lungo e duro lavoro con Bruno Tavernese ha creato il suo primo album “It’s the game”.

Un album dal sapore internazionale, pieno di colpi scena, con sonorità pop/rock e sinfoniche. Ogni canzone rappresenta un lato dell’artista, sia sui contenuti dei testi, sia sulle tecniche vocali.

La particolaritĂ  di questo album è la voce, unica ,che modella i brani con una personalitĂ  tale da farli etichettare come genere, specialmente tra gli addetti al lavori, alla “Veronica Aslinn”.

Le canzoni che compongono l’album sono tutte orecchiabili e di facile ascolto.

Ognuna di loro potrebbe essere un potenziale singolo per le caratteristiche melodiche e personalitĂ .

Ogni canzone è di forte emotività e determinazione.

“I will telephone tonight” è il singolo scelto per il lancio radiofonico e promozionale, una canzone dal sapore estivo e vivace.