Musica > Alice Records presenta “Woman’s Land”, il nuovo album di Stefano Di Battista

Alice Records presenta “Woman’s Land”, il nuovo album di Stefano Di Battista

Woman’s Land, il nuovo lavoro discografico di Stefano Di Battista, realizzato per Alice Records e ideato con Gino Castaldo, nasce da un profondo desiderio di raccontare e musicare la figura femminile del passato
millennio.

Tutti i brani presentati sono dedicati a donne meravigliose, coraggiose, indimenticabili della letteratura del cinema, della musica,della scienza. Tra l’altro questo disco viene concepito proprio adesso che il mondo femminile è al centro del dibattito politico e culturale nel nostro Paese e vuole essere attraverso la musica un omaggio al complesso ed enigmatico, ma al contempo meraviglioso, universo femminile.

Dodici brani tutti originali,prodotti,composti e arrangiati da Stefano Di Battista,che con questo lavoro raggiunge la piena maturità artistica e dimostra una grande crescita come compositore. Ogni brano del disco ha una sua “musa ispiratrice”: da Rita Levi Montalcini, che, ribellandosi alle imposizioni paterne, riuscì ad accedere agli studi specialistici solo una volta superata la maggiore età, ad Ella Fitzgerald, per la quale il canto fu un “ripiego” perché in realtà voleva fare la ballerina, passando per l’ominide preistorico di sesso femminile ritrovato in Etiopia nel 1974, che gli scopritori chiamarono Lucy in onore alla canzone dei Beatles “Lucy in the sky for Diamonds” , per Valentina Tereskova, sarta con la fortissima aspirazione a diventare cosmonauta che riuscì nel suo intento e fu la prima donna lanciata nello spazio pagando però lo
scotto di piegare la propria vita alle esigenze della propaganda sovietica, per Molly Bloom, novella Penelope nell’Ulisse di Joyce, che però alla fine tradisce il marito, per Lara Croft. la prima eroina dei videogiochi e per la romanissima premio Oscar, Anna Magnani,grande personalitĂ ,una bellezza particolare, che portava il cognome della madre (cognome che poi trasmise al figlio),Coco Chanel, il suo genio, il suo carattere, il suo coraggio ne hanno invece fatto una protagonista della storia e del costume del ’900,con le sue «invenzioni» , ha rivoluzionato il modo di vestire delle donne, che voleva belle, libere e moderne, Maria Lani,la meno nota,imbrogliona geniale, riuscì a convincere oltre 50 artisti,tra i quali, Matisse, Cocteau, Chagall, De Chirico e Braque, a farle dei ritratti, raccontando in giro che questi ritratti servivano a un film che avrebbe dovuto girare. Unico problema? Maria non era un’attrice,e a un certo punto prese i quadri e scappò in America, dove li vendette tutti. Quasi 100 anni dopo, John Galliano ha deciso di ispirarsi a lei per una collezione.Josephine Baker,c onsiderata la prima star di colore e tra le piĂą acclamate vedette di Parigi, utilizzò la sua grande popolaritĂ  nella lotta contro il razzismo e a favore dell’emancipazione dei neri, in
particolare sostenendo la lotta per i diritti civili di Martin Luther King.

Nel brano che dĂ  il titolo al disco, Woman’s land,si può ascoltare la voce di Alda Merini, una delle piĂą grandi poetesse del Novecento. Le storie sono accomunate da un filo conduttore che esalta il loro anticonformismo, l’aver spezzato le catene delle convenzioni sociali che, fino al 900, imprigionavano le donne,in realtĂ  tutte sono eteree, in quanto
ognuna di esse rappresenta il superamento di un pregiudizio, o potremmo dire di un dogma,

Nel disco accanto a Stefano Di Battista,che suona il sassofono alto e soprano,troviamo Jeff Ballard, tra i piĂą celebri e affermati batteristi in attivitĂ ,da molti anni ai massimi livelli della scena jazzistica mondiale, specialmente al fianco del pianista Brad Mehldau; Jonathan Kreisberg, vero astro nascente della chitarra jazz segnalatosi negli ultimi anni sulla scena musicale di New York; Francesco Puglisi, puntuale ed essenzialeal contrabbasso, Roberto Tarenzi e Julian Oliver Mazzariello,due giovani talenti, al pianoforte.

Nel disco troviamo ospiti anche 2 autentiche star:lo straordinario cantautore brasiliano IVAN LINS che canta nel brano dedicato a Rita Levi e FABRIZIO BOSSO che suona la tromba nei brani, Josephine Baker e Madame Lily Devalier.

FORMAZIONE
Stefano Di Battista,sax alto & soprano
Jeff Ballard, batteria e percussioni
Jonathan Kreisberg, chitarra elettrica e acistica
Francesco Puglisi, contrabbasso
Roberto Tarenzi e Julian Oliver Mazzariello, pianoforte
Ivan Lins,voce in Rita Levi
Fabrizio Bosso, tromba in Josephine Baker e Madame Lily Devalier.

TRACKLIST
1 Molly Bloom
2 Valentina Tereskova
3 Rita Levi
4 Coco Chanel
5 Ella
6 Madame Lily Devalier
7 Josephine Baker
8 Maria Lani
9 Anna Magnani
10 Lucy
11 Lara Croft
12 Woman’s Land

Relazioni con la stampa:
Maurizio Quattrini
Elena De Vito