Musica > Modena City Ramblers – Dieci Volte (Radio Date: 25 Febbraio 2011)

Modena City Ramblers – Dieci Volte (Radio Date: 25 Febbraio 2011)

I Modena City Ramblers presentano il nuovo e dodicesimo album Sul Tetto Del Mondo che Mescal pubblica e Universal distribuisce il 15 Marzo 2011 con Dieci Volte, un singolo che parla d’amore e non per un ideale, per una lotta, per un’idea… ma di quell’amore (forse) più difficile da porgere, raggiungere, incontrare, curare e mantenere vivo…

Quello tra persone che si cercano ma senza la certezza di trovarsi…
o forse che non s’inseguono ma si trovano per qualche bizzarra mossa del grande burattinaio!

“Dieci volte ti ho trovato, nei giardini della mente…
Dieci volte ti ho mancato, ogni volta per un niente…
Per un bacio mendicato, per un timido saluto…”

Dieci Volte è la 5° canzone nella tracklist tra quelle scritte, arrangiate, musicate e prodotte dai Modena City Ramblers e registrate nonché mixate da Carloenrico Pinna nei mesi di novembre e dicembre 2010, presso il glorioso Studio Esagono di Rubiera (RE).
La masterizzazione e l’editing sono stati effettuati da Davide Barbi.
Durante le registrazioni nessun animale è stato maltrattato, né alcuna persona, a parte il fonico, è stata oggetto di sfruttamento e coercizione.
Queste sono le ultime registrazioni effettuate nello Studio Esagono e sono stati impiegati microfoni a condensatore e dinamici Neuman, Ahg, Shure e Sennheiser passati nei preamplificatori del banco Calrec U8000, giĂ  appartenente agli Abbey Road Studios di Londra, che probabilmente andrĂ  in pensione dopo questo disco.
I brani sono stati mixati con compressori Urei, Drawmer e Dbx, utilizzando, oltre ai riverberi naturali dell’ambiente di ripresa, il riverbero analogico Emt e il digitale Lexicon.
Il tutto su programma di registrazione ed editing Pro Tools su piattaforma Mac.
Gli ascolti sono stati effettuati con monitor Yamaha NS10 e Genelec 1038 e con cuffie Beyer dynamic DJ150.
Le frequenze sono state monitorate attraverso analizzatore di spettro Audioscope.

Possano questi strumenti trovare nuova vita in altri studi o tutto si perderĂ  come lacrime nella pioggia.

“L’undicesima è ora, e stavolta ti ho conosciuto…
L’undicesima è ora, brindo al tempo che ho perduto”
www.ramblers.it

Ufficio Stampa Mescal
Manuela Longhi
www.mescal.it