Good News > Da Messina a Pozzallo in bicicletta. I soldi sono stati stanziati spetta agli amministratori dare…

Da Messina a Pozzallo in bicicletta. I soldi sono stati stanziati spetta agli amministratori dare vita al progetto

Il 9 agosto la Ciclovia della Magna Grecia ha ottenuto il via libera dal ministero delle Infrastrutture, entrando nell’elenco delle dieci piste ciclabili che dovrebbero unire tutta l’Italia del pedale.
Il Ministero guidato da Graziano Delio ha messo sul piatto, inserendo la somma nelle leggi di stabilit√† 2016 e¬†2017, 374 milioni di euro, spalmati¬†fino al 2024,¬†per realizzare dieci ciclovie definite strategiche.¬†Le quattro ciclovie della Stabilit√† 2016 –¬†Ciclovia del Sole, Ven-To, Acquedotto Pugliese e Grab¬†di Roma –¬†ora sono gi√† allo step successivo, quello della progettazione. Le altre sei –¬†Ciclovia del Garda, Ciclovia della Magna Grecia, Ciclovia della Sardegna, Ciclovia Trieste – Lignano Sabbiadoro – Venezia, Ciclovia Tirrenica e Ciclovia Adriatica¬†–¬†potranno contare sulla copertura economica inserita nell’ultima manovra. Soldi disponibili che attendono di essere spesi, sulla base dei progetti di fattibilit√† che gli enti capofila dovranno presentare.
Il percorso della Magna Grecia partir√† dalla Basilicata, entrer√† in Calabria dal lato Tirrenico, a Maratea, scender√† fino¬†a Reggio Calabria per poi prendere due strade diverse: una risalir√† la Calabria dal versante ionico fino al Metaponto; l’altra riprender√† da Messina e si spinger√† fino a Pozzallo, toccando Catania, Siracusa e Pachino. Il segmento siciliano ricalca interamente il percorso dell’Eurovelo 7, tracciato dall’Unione europea e inserito tra le infrastrutture strategiche a livello continentale, che attraversa l’Europa da Nord a Sud (dalla Norvegia a Malta).
Al momento, però, la ciclovia Magna Grecia è una linea disegnata su una mappa. Adesso spetta alle Regioni coinvolte studiare il progetto di fattibilità.