Good News > Il 29 luglio a Roccalumera la seconda edizione di Rugby Jam

Il 29 luglio a Roccalumera la seconda edizione di Rugby Jam

Dopo il successo dello scorso anno torna Rugby Jam – Terzo Tempo per PippoPeppe, la giornata di sport e musica per ricordare, ma soprattutto festeggiare, Giuseppe Mastroeni, 34enne di Roccalumera (ME) rugbista e musicista.
Appuntamento il 29 luglio 2017 dalle 10 fino a tarda notte per la seconda edizione dell’evento a ingresso libero organizzato dall’Associazione 23, formata da un gruppo di amici di PippoPeppe (così era soprannominato Giuseppe) insieme dall’A.S.D Briganti di Librino, per ricordarlo attraverso due sue grandi passioni: il rugby e la musica.
Una giornata che si terrà a Roccalumera (ME) nella spiaggia di fronte al Torrente Sciglio e che vede quest’anno, oltre al patrocinio del Comune di Roccalumera e della FIR, Federazione Italiana Rugby, anche quello della Città Metropolitana di Messina.

Ecco il programma nel dettaglio.

LO SPORT: MATTINA E POMERIGGIO IL TORNEO DI BEACH RUGBY MASCHILE E FEMMINILE

La mattina e il pomeriggio saranno dedicati alla palla ovale con due tornei di beach rugby, maschile e femmile (previste squadre da 5 componenti).
Quest’anno c’è in più una novità: per la prima volta ci sarà anche un mini torneo under 16 per venire incontro a quanti, più giovani, si sono già avvicinati a questo sport e a chi, già dall’anno scorso, aveva manifestato il desiderio di provare a giocare a rugby durante il Rugby Jam.
Ogni squadra potrà iscriversi al torneo tramite il sito www.rugbyjam.it e anche la mattina stessa dell’evento. Ai giocatori è richiesto un piccolo contributo per il pranzo, le magliette e anche per la beneficenza che è parte del progetto di Rugby Jam.
Ma le novità non finiscono mica qui: nel tardo pomeriggio, durante le premiazioni, sarà sorteggiata una maglia della nazionale italiana di rugby autografata da tutti i giocatori. Anche la prima squadra di rugby dà quindi il suo sostegno a Rugby Jam.

LA MUSICA: 5 BAND + DJ SET PER IL CONCERTO IN SPIAGGIA
Ma Rugby Jam non è solo sport, è anche musica. E che musica! Il concerto, sempre sulla spiaggia di Roccalumera, prenderà via alle 21 per proseguire fino a tarda notte.
Ad aprire saranno i Canterini della Riviera Jonica Melino Romolo, di cui PippoPeppe ha fatto parte per anni e a seguire 5 band siciliane di varia estrazione musicale. Ecco i nomi:
– Zu’ Luciano, veterano della scena reggae italiana e attivo dagli anni ‘80, al Rugby Jam con il lavoro solista “Reazione a Catena” con 2 eccezionali musicisti: Leandro Costa al basso e Franko Russo alle tastiere con un progetto reggae drum and bass: LOVE and BASS Tour.
– Rhino Stoner, band Stoner Hard Rock catanese che unisce elementi stilistico del rock degli anni ‘70 e ‘80 con la passione del desert rock degli anni ‘90. Formatasi nel 2012, la band nel 2017 ha pubblicato il primo album in studio “The Law of Purity” con l’etichetta Argonauta Records.
– La Stanza della Nonna, gruppo folk blues cantautoriale di Messina nato nel 2012 che si propone di rievocare ricordi e suggestioni da melodie e testi che hanno sapore di casa. Grazie al crowdfunding su Music Raiser, hanno pubblicato il suo primo album omonimo nel 2015.
– Bruslii, power trio da battaglia che gioca in casa formata da 3 musicisti di Santa Teresa di Riva. All’attivo un album dal titolo “Pure fighting melodies” e una serie di singoli pubblicati in modo indipendente.
– Blacktop Overdrive Experience, band che si ispira al rock anni ‘70 e ‘80 e al blues, ma anche a generi come il Grunge e lo Stoner degli anni ‘90. Ha appena finito di registrare il primo album omonimo.
Ma non finisce qui: dopo il live music, si balla fino a tarda notte con il dj set di Andrea Nunzio.
Come per lo scorso anno, qualsiasi manifestazione all’interno di Rugby Jam è gratuita e ingresso libero.
L’evento sarà trasmesso in diretta streaming sul sito www.rugbyjam.it.

ANCHE GLI ALBERGATORI SOSTENGONO RUGBYJAM
Tanti gli sponsor di questa edizione di Rugby Jam con in più una novità che riguarda il turismo. Gli organizzatori e alcuni albergatori della riviera jonica offrono a quanti vorranno alloggiare a Roccalumera e dintorni una convenzione. Dettagli ed elenco delle strutture aderenti qui: http://www.rugbyjam.it/dove-alloggiare/

LA BENEFICENZA: #SOSTIENIRUGBYJAM, RACCOLTA FONDI PER L’EVENTO E 2 ASSOCIAZIONI
Così come per la prima edizione, anche nel 2017 a Rugby Jam è legata una raccolta fondi per sostenere le spese dell’evento e per dare parte del ricavato in beneficenza.
I destinatari saranno ancora la onlus Salus d’Agostino che opera nell’ospedale di Taormina, dove PippoPeppe fu ricoverato, aiutando i pazienti che devono sottoporsi a chemioterapia e i Briganti Librino, da anni impegnati nel quartiere catanese per promuovere attraverso lo sport la cultura della legalità e che stanno raccogliendo fondi per realizzare il manto erboso del campo San Teodoro Liberato, creato in occasione delle Universiadi del 1996 e mai completato.
Nel 2016 grazie a Rugby Jam sono stati raccolti in totale 3mila euro, 1500 euro per ogni associazione.
“Grazie a Rugby Jam”, ha raccontato Mario D’Agostino dell’associazione Salus “siamo riusciti ad acquistare delle protesi che vengono utilizzate dopo il primo intervento da donne affette da tumore e che hanno carattere sostitutivo. Inoltre, abbiamo comprato delle parrucche che vengono date in prestito alle donne che devono affrontare la chemioterapia per le quali una parrucca diventa fondamentale per sentirsi bene nel proprio corpo, nonostante la malattia”.
Per i Briganti, come ci ha raccontato Angelo Scrofani, giocatore “quanto raccolto da Rugby Jam rientra in quell’investimento necessario per migliorare il fondo del Campo San Teodoro Liberato, una spesa non indifferente per la quale è ancora aperta la campagna ‘I Briganti meritano un prato’. Rugby Jam è un’altra occasione per festeggiare Peppe, così come la donazione del 2016 è l’ennesimo sostegno che Peppe ha dato ai Briganti”


COME DONARE

Chi vuole sostenere la beneficenza può donare su Produzioni dal Basso, durante il giorno dell’evento e acquistare sempre il 29 luglio maglie, plettri e altri gadget targati Rugby Jam. Ogni contributo è importante soprattutto per poter dare nuovamente un aiuto alle 2 associazioni. La raccolta fondi è su Produzioni dal Basso, raggiungibile tramite il seguente link: bitly.com/sostieni-rugby-jam.
Rugby Jam è anche sui social network, con una pagina Facebook, un account Instagram, su Twitter con l’hashtag #rugbyjam, oltre che presente online con il sito www.rugbyjam.it
I NUMERI DELLA PRIMA EDIZIONE
Lo scorso anno a partecipare all’evento erano state 9 squadre (7 maschili e 2 femminili), 108 giocatori, 6 band in concerto, oltre 30 musicisti sul palco, 5 ore e mezza di musica live, 3000 euro in beneficenza, 30 volontari. E ancora: 12 ore di diretta streaming, 150 magliette vendute, 1000 braccialetti ricordo regalati, oltre 3000 le foto scattate in una sola giornata.
Per info e regolamento di Rugby Jam, oltre che sul sito, si può scrivere all’organizzazione alla mail info@rugbyjam.it.

Foto di Carmine Fotografie