Good News > Il 18 giugno il primo cammino inaugurale della Magna Via Francigena

Il 18 giugno il primo cammino inaugurale della Magna Via Francigena

Sono aperte le iscrizioni per partecipare al corso di formazione gratuito per diventare Guida dei Cammini sul percorso della Magna Via Francigena di Sicilia, un itinerario di circa 160 km lungo l’asse Agrigento-Palermo attraversato per millenni da pellegrini e viaggiatori in età bizantina, islamica e alto medievale e il cui primo cammino inaugurale si terrà il 18 giugno (www.magnaviafrancigena.it).

Il percorso di formazione intensivo ha l’obiettivo di fornire tutti gli strumenti utili alla preparazione delle guide turistiche che avranno parte attiva nel progetto promosso dal Comune di Castronovo di Sicilia e dal partenariato diffuso di tredici Comuni, dalla diocesi di Agrigento e con il supporto dall’associazione Amici dei Cammini Francigeni di Sicilia.

Il corso, ad accesso libero ma limitato nel numero a 25 allievi, avrà una durata complessiva di due settimane (dal 29 maggio al 15 giugno, con lezioni per 5 giorni alla settimana dal lunedì al venerdì, 8 ore giornaliere) ed è rivolto a guide escursionistiche e operatori del settore turistico. È possibile iscriversi compilando il modulo al link https://goo.gl/j89frb entro il 27 maggio 2017 alle ore 12: i partecipanti, selezionati tra i primi 25 iscritti, riceveranno durante la stessa giornata una conferma via e-mail di avvenuta iscrizione ufficiale.

La prima settimana di formazione si svolgerà presso l’aula consiliare del Comune di San Giovanni Gemini, mentre la seconda settimana presso l’aula consiliare del Comune di Cammarata. Dal punto di vista dei contenuti, il corso verrà suddiviso in specifici moduli tematici per garantire una formazione completa e di ampio spettro. Grande attenzione verrà inoltre riservata alla specifica problematica dei servizi di supporto destinati ai diversamente abili: verranno attenzionate le criticità legate alla percorribilità delle tratte per tipologie di handicap e la specifica formazione degli operatori, che dovranno operare non soltanto da guide professionali, ma quasi da accompagnatori socio-assistenziali.