Good News > Il G7 porta la firma di Nino Ucchino. L’artista ha realizzato “Molior”, un’opera che sarà il…

Il G7 porta la firma di Nino Ucchino. L’artista ha realizzato “Molior”, un’opera che sarà il simbolo dell’accoglienza di Taormina nei confronti dei Capi di Stato che parteciperanno al vertice

Il G7 porta anche la firma Nino Ucchino. L’artista messinese (come riportato da TaorminaToday) ha realizzato un’opera per il G7 dal titolo “Molior”. La scultura, il cui nome trae origine dal verbo latino che significa “costruire, edificare, mettere in moto”, rappresenterà un simbolo di accoglienza della città di Taormina nei confronti dei Capi di Stato e di Governo per il vertice internazionale del 26 e 27 maggio. L’opera è stata realizzata interamente in acciaio inox nel laboratorio-atelier di Savoca, su richiesta del sindaco di Taormina, Eligio Giardina.
Le peculiarità e il significato dell’opera. «Molior – si legge in una nota – si può suddividere in tre parti di cui la prima, a mo di stele è attraversata al centro da un solco profondo come fosse un’arteria aperta dentro la quale scorre la storia dell’uomo, i suoi sacrifici, i suoi valori. Sulla sommità un’altra stele più piccola è posta in maniera obliqua; essa ricorda le steli egizie, risulta esteticamente rivisitata con tratti contemporanei, essa rappresenta quello che ancora deve essere riedificato o costruito ex novo. Al centro, un sole, si espande nella sua luminosità seguito da una brezza dello Ionio sul quale sono incastonate le sagome degli Stati partecipanti al G7».
Sicilia protagonista. «In questa scultura – continua l’artista – in particolare spicca la Sicilia con i colori della bandiera italiana. Il retro esprime gli stessi significati con l’aggiunta di una serie di nomi incisi di illustri personaggi che hanno fatto la storia del pianeta fino ad oggi”. L’opera verrà posta in un’aiuola centrale sulla strada per Taormina (fronte Hotel Capo Taormina) su di un basamento in cemento intonacato con i colori e le tonalità del luogo».