Good News > “Da Manhattan a Cefalù″, il nuovo progetto di Santi Scarcella l’8 aprile al PalaCultura di Messina

“Da Manhattan a Cefalù″, il nuovo progetto di Santi Scarcella l’8 aprile al PalaCultura di Messina

“Da Manhattan a Cefalù” è un viaggio attraversando stili, generi che non hanno confini. Il nuovo progetto di Santi Scarcella, dedicato a Nick La Rocca a cui spetta l’onore di avere inciso proprio cento anni fa il primo disco della storia del jazz, sarà l’8 aprile al Palacultura di Messina.
Un emigrante Siciliano andato a cercare se stesso in America. Ma quanti gli italiani, i mirganti di tutto il Mondo che si spostano ogni giorno per cercare se stessi?
Scarcella non riesce a distaccarsi dal concetto di identità culturale, trasformandolo in una firma del proprio stile. “da Manhattan da Cefalù” è un live-disco, un concerto prima di tutto che poi verrà messo su Cd.
L’idea di Scarcella è anche quella di aiutare molti giovani a comprendere l’importanza della musica suonata, dove il computer è al servizio e non viceversa. E’ per questo che al progetto aderisco molti tra i migliori musicisti italiani e non solo, come Cristiano Micalizzi, Francesco Luzzio, Gian Piero Lo Piccolo. Ospite gradito è Giovanni Baglioni alla chitarra acustica. Ciliegina sulla torta, la partecipazione del mezzosoprano Emy spadaro chepermette al progetto di essere completo con un jazz che diventa lirico e anche corale grazie al coro “I Mirabili” diretto da Sonia e Viaviana Mangraviti. Un’attenzione particolare va data infine a Gian Marco Pia, giovane pianista compositore pronto rappresentare la forza della musica sotto il profilo pedagogico ed emozionale. All’evento RadioTaormina Tv dedicherà uno speciale che andrà in onda sul canale 875 e in streaming sul sito internet.