Good News > Dal palco dell’Ariston a Taormina: il 5 maggio arriva Ezio Bosso

Dal palco dell’Ariston a Taormina: il 5 maggio arriva Ezio Bosso

Dal palco dell’Ariston, dove ha emozionato tutti con la sua “Following A Bird”, a quello del Teatro Antico di Taormina. Ezio Bosso sarà a Taormina (Messina) il 5 agosto con il suo “The 12th Room Tour”, per un evento unico organizzato dalla Show Biz in collaborazione con Taormina Arte. Il suo tour ha fatto registrare nelle date primaverili il tutto esaurito. Concerti dall’atmosfera raccolta che danno vita a un dialogo musicale diretto tra il suono del suo pianoforte Gran Coda Steinway e gli spettatori. Un successo a 360 gradi per il pianista, compositore e direttore d’orchestra che riguarda anche il disco di inediti: certificato d’oro e registrato quasi interamente dal vivo durante i suoi concerti al Teatro Sociale di Gualtieri (Reggio Emilia) del settembre 2015. Il concept album si compone di due lavori diversi: un primo con quattro brani inediti e sette di repertorio che rappresentano metaforicamente le fasi della vita. E un secondo contenente la Sonata No. 1 in Sol Minore che simboleggia proprio la dodicesima stanza del titolo.

Nato a Torino 44 anni fa, Ezio Bosso convive da tempo con una malattia neurodegenerativa progressiva. Si è formato all’Accademia di Vienna dove ha studiato composizione e direzione d’orchestra. Ha diretto alcune delle più importanti orchestre internazionali come la London Symphony e l’Orchestra dell’Accademia della Scala ed ha composto colonne sonore sia per il cinema (per Io non ho paura di Salvatores, per Rosso come il cielo di Bortone) sia per il teatro (per registi come James Thierrèe) sia per la danza (per coreografi come Rafael Bonchela). Stupito per i traguardi raggiunti dal suo ultimo album, l’artista ha ringraziato pubblicamente i suoi numerosi estimatori: “The 12th Room è disco d’oro! – afferma Ezio Bosso – Sono incredulo, emozionato, commosso, frastornato per la musica che amo, la musica a cui appartengo, la ‘Musica Libera’ come la chiamo io. E sì, anche perché anche i miei amici John Cage e Bach e Sgambati e Chopin sono un Oro, e di Oro certificato anche il mio amato Teatro Sociale Gualtieri. Grazie a tutti voi che state rendendo possibile tutto ciò portando queste stanze tra le vostre”.