Good News > NOTO 2016 – L’infiorata ospiterà il mondo

NOTO 2016 – L’infiorata ospiterà il mondo

NOTO 2016, l’Infiorata ospiterà il mondo. E’ questa la nuova sfida dell’evento più importante della città di Noto che, come acclarato, la porrà sotto i riflettori di una platea internazionale. Infatti la città barocca, crocevia strategico del turismo siciliano, ospiterà la sesta edizione del Congresso Internazionale delle Arti Effimere che si svolgerà a maggio 2016, in perfetta -e non a caso- sincronia con i giorni dell’Infiorata, 12-15 Maggio.

Interessante il manifesto che contraddistinguerà l’edizione 2016. Al centro il logo “Noto 2016 – L’Infiorata ospita il mondo 12-15 maggio, VI Congresso Internazionale delle Arti Effimere”, realizzato dall’artista Paolo Pluchino di Modica, che si è aggiudicato un bando emesso dal Comune di Noto. Il simbolo siciliano della trinacria stilizzato con petali di fiori di diverso colore sarà il tratto distintivo che accompagnerà la manifestazione da qui al prossimo maggio 2016.

Il tema sarà “tradizioni, miti e leggende”, che sarà magistralmente interpretato dalle delegazioni dei Paesi ospiti: l’infiorata tradizionale, tappeti di grani di sale, quelli con le sabbie colorate, con i trucioli e tante altre performance culturali ed artistiche raggruppate sotto il nome di “Arti Effimere”. Nel 2016 a Noto si vivranno quattro giorni intensi fatti di momenti di studio, convegni, workshop, dove gli operatori del settore potranno mettere a confronto le proprie esperienze, le conoscenze ed abilità: un mush-up che sa di eccellenza.

Grande soddisfazione espressa dal Sindaco Corrado Bonfanti: «Siamo molto contenti per questo obiettivo raggiunto perché ci dà ragione di un’idea che ha rappresentato la cartina di tornasole della nostra mission amministrativa, improntata alla programmazione e fortemente rappresentativa di gran parte degli operatori del territorio del sud est siciliano. Siamo pronti per la gestione di un evento mondiale”.
“E’ un avvenimento importante per Noto- spiega il Presidente del Comitato organizzatore “Noto 2016” Frankie Terranova– che si colloca di diritto in questo modo tra le città internazionali di rilievo per i suoi eventi e per i suoi beni culturali. Voglio condividere con la comunità l’entusiasmo che ho già carpito dalle delegazioni internazionali. Per quattro giorni – continua Terranova- il mondo guarderà con ammirazione la nostra città, contenitore di un crogiolo culturale ed artistico dall’appeal internazionale”.

Noto 2016 si svolgerà come sempre nel terzo weekend di maggio e ospiterà circa 30 delegazioni provenienti dall’Italia e dal mondo che oltre a partecipare ai lavori del Congresso, importante momento di confronto per lo sviluppo delle Arti Effimere, saranno protagoniste nella realizzazione di tappeti colorati, con le tecniche e i materiali più svariati, in più luoghi della città.
Le novità rilevanti si riferiscono alla delocalizzazione dei siti di interesse, non più solo via Nicolaci ma tutto il centro storico e al coinvolgimento di artisti infioratori, ma non solo, che porteranno a Noto le singole maestrie di ogni paese d’appartenenza.

Evento che punta ad esaltare le peculiarità locali in tema di infiorata, in particolare, e di arti effimere, in generale, e ad accogliere le delegazioni italiane e straniere pronte a contribuire con le proprie peculiarità. In quest’ottica il Comitato organizzatore catalizzerà le eccellenze di tutto il territorio, nei quattro giorni di Noto2016, con un’operazione di city marketing in cui è fondamentale la partecipazione delle aziende agroalimentari, delle maestranze, operatori e associazioni culturali e delle istituzioni scolastiche.