Good News > Palermo ospiterà “Manifesta 2018″, la più importante biennale di arte contemporanea in Europa

Palermo ospiterà “Manifesta 2018″, la più importante biennale di arte contemporanea in Europa

“Manifesta 2018”, la più importante biennale di arte contemporanea in Europa (Manifesta Foundation con sede ad Amsterdam), sarà ospitata a Palermo nel 2018. L’annuncio è stato dato stamattina in conferenza stampa dal sindaco di Palermo, Leoluca Orlando e da Hedwig Fijen, direttrice di Manifesta. Per realizzare la manifestazione è stata costituita una fondazione ad hoc composta da 4 membri designati dal Comune di Palermo e 4 da Manifesta Foundation.

“Si tratta di un evento – ha detto Hedwig Fijen – che vuole partire dalla base. Ecco perché già nei prossimi giorni verranno avviati dei momenti di “ascolto” e delle categorie e delle diverse anime culturali della città. A inizio 2016 verrà individuato un team di ‘mediatori creativi’ che sulla base di quanto raccolto nella fase preliminare predisporrà un programma di massima. Tra l’altro, anche le date in cui si svolgerà l’evento, che solitamente dura 100 giorni, verranno stabilite solo al termine di questa fase di ascolto e confronto. L’intenzione è che ogni edizione abbia degli elementi esclusivi”.
In quella che si svolgerà a Palermo, ovviamente, non potrà mancare l’attenzione sul tema dei migranti e sulla grande cultura arabo normanna.

“Avere Manifesta a Palermo – ha sottolineato Orlando – è un’opportunità fantastica per la città per rafforzare la sua identità culturale e internazionale. Ed è un’opportunità per l’Europa per apprezzare il significato della sua dimensione mediterranea e mediorientale”.

Inoltre, l’edizione di Palermo, a differenza dell’ultima che si è svolta a San Pietroburgo esclusivamente all’Hermitage e che ha attratto 1,4 milioni di visitatori, sarà dislocata in vari sedi. L’intento è trasformare Palermo in un grande palcoscenico.
In quest’ottica, l’Authority del Turismo del Comune di Palermo ha suggerito la proposta che Manifesta 2018 si svolga dal 1 ottobre al 30 marzo per intercettare nuovi flussi di turismo, in un periodo considerato di bassa stagione.