Good News > Con “L’ultimo metro di pellicola” Elio Sofia testimonia l’avvento del digitale. Il documentario…

Con “L’ultimo metro di pellicola” Elio Sofia testimonia l’avvento del digitale. Il documentario sarà presentato a Catania e Acireale

Dopo i successi al Taormina Film Fest (Premio Cariddi quale Miglior Documentario) e allo Sciacca Film Fest (Premio del Pubblico quale Miglior Documentario) e la partecipazione all’Ortigia Film Festival e al Festival del Cinema di Frontiera di Marzamemi, il regista catanese Elio Sofia presenterà “L’Ultimo metro di pellicola”, la sua opera prima prodotta dallo Studio Gazzoli giovedì 15 ottobre al Cinema Odeon di Catania e il 21 e 22 al Cinema Spadaro di Acireale. Partendo dall’invenzione della proiezione e procedendo a grandi falcate nella storia del cinema, dai film in bianco e nero alle prime sonorizzazioni (grazie al contributo del critico cinematografico Franco La Magna che regala al documentario pillole di storia del cinema poco conosciute ai più) lo sguardo di Sofia arriva fino ai giorni nostri e si sofferma su un passaggio epocale della filiera cinematografica: la digitalizzazione. E lo fa accendendo i riflettori su via De Felice, la storica strada catanese che negli Anni 50 concentrava tutti i più grandi distributori cinematografici della Sicilia e della Calabria. Un pezzo di storia del cinema che con l’avvento del digitale manda in pensione la “casta diva” del cinema: la pellicola. Quello di Elio Sofia è anzitutto un atto d’amore universale per il cinema e per quella filiera cinematografica siciliana che negli anni 50 ha avuto il suo fulcro a Catania, in via De Felice.