Good News > TAORMINA FILMFEST – Arriva “L’imperatore di carta”, la storia del Marc’Aurelio, la “culla”del…

TAORMINA FILMFEST – Arriva “L’imperatore di carta”, la storia del Marc’Aurelio, la “culla”del cinema di Fellini e della Commedia all’italiana

La sezione Punto Luce del Taormina FilmFest vedrà oggi la proiezione (19:30) dell’anteprima del film doc L’imperatore di carta di Fabiana De Bellis, la storia del mitico Marc’Aurelio, la rivista satirica da cui ‘nacquero’ il cinema di Fellini, e la Commedia all’italiana. Il Marc’Aurelio, fondato nel 1931 da Vito De Bellis, divenne immediatamente la palestra per un manipolo di giovani artisti, che in poco tempo avrebbero fatto parlare di sé. Nella redazione del giornale sono passati Federico Fellini, Steno, Cesare Zavattini, Age e Scarpelli, Ettore Scola. Redattori che nei loro anni al Marc’Aurelio svilupparono idee, personaggi e storie che sarebbero poi divenuti i loro film più famosi. La maggior parte dei film di Fellini e delle commedie all’italiana nacquero negli uffici del Marc’Aurelio, dalle loro vignette, dalle loro storie e dai loro personaggi. Gli stessi personaggi che si sarebbero trasformati in maschere umane: quelle di Macario e Totò, ma anche di Alberto Sordi. Le stesse storie che divennero i film tra i più amati del cinema italiano. L’Imperatore di carta mette in luce il cordone ombelicale tra una piccola, grande rivista, e il cinema italiano. Attraverso le preziose testimonianze di alcuni ex-redattori – Scola, Mameli Barbara, Fellini – e di registi che hanno raccolto quell’eredità, come Enrico Vanzina e Carlo Verdone. Con la complicità di Francesca Reggiani, co-autrice e a sua volta testimone interessata, e la panoramica spassosa e commossa su disegni e storie divertenti, irriverenti, mai banali, che non hanno solo dato linfa a un grande cinema, ma un ritratto significativo dell’italianità.