Good News > TRADIZIONI – Carmelo Campanella, il contadino che scrive storie su sacchi di carta

TRADIZIONI – Carmelo Campanella, il contadino che scrive storie su sacchi di carta

Ha iniziato a scrivere sui sacchi per il mangime degli animali ed ora Carmelo Campanella, agricoltore di Ragusa, si ritrova custode di racconti popolari, preghiere e canti della tradizione culturale siciliana. I suoi ricordi d’infanzia, tramandati dalla tradizione orale, si ritrovano scritti in un libro “Accussì” pubblicato dall’Archivio degli Iblei. È una cultura legata al dialetto, alla saggezza contadina di una comunità specifica, quella ragusana tra la prima e la seconda metà del Novecento, che a sua volta, però, affonda le radici nella tradizione popolare più remota. Si tratta di filastrocche, preghiere, storie di santi, poesie per bambini, modi di dire, canzoni, curiosità e “miniminagghie”, cioè indovinelli tipicamente siciliani. “Accussì” è reperibile per intero online e alla rete sono affidati anche numerosi video nel quale Campanella spiega il suo processo creativo e i perché della sua scrittura.